Mercati: Fib, Dax ed Euro Stoxx 50 future tentano un recupero

A
A
A
di Gianluigi Raimondi 23 Febbraio 2022 | 08:05

La violazione del supporto statico di medio termine a 25.630 punti ha spinto al ribasso il Fib, il future sull’indice Ftse Mib con scadenza marzo 2022, fino a quota 25.305. Il derivato ha però poi recuperato terreno risalendo oltre la soglia dei 26.000 punti. Lo scenario resta molto incerto e volatile, comunque, in scia allo sviluppo delle tensioni in Ucraina. Operativamente, al rialzo i prossimi target sono individuabili in area a 26.500 in prima battuta e poi a 26.920 punti, dove ora transita la media mobile a 50 giorni. Per contro, sotto 25.630 obiettivi in arera 25.000.

Riprende parzialmente quota dopo un affondo fino a 14.295 punti il Dax future con scadenza marzo 2022, tornato in area 14.775. Certo, i movimenti del derivato restano estremamente volatili in scia alle tensioni geopoliche. Ma un eventuale superamento della resistenza statica (ex supporto) a quota 14.830 favorirebbe una credibile e duratura inversione con primi target a 15.000 prima e in zona 15.200 poi. Per contro, sotto quota 14.600 obiettivi a 14.295 punti prima ed eventualmente 14.150 in seguito.

Situazione similare per il future sull’EuroStoxx 50 con scadenza di marzo 2022, sceso fino a quota 3.875 salvo poi recuperare parzialmente con mobimenti attuali intorno alla soglia dei 4.000 punti. Operativamente, in questo caso, al rialzo i prossimi obiettivi sono individuabili a 4.050 prima e poi a 4.115, dove ora transita la media mobile a 21 sedute. Sotto 3.950 target invece a 3.875 prima e 3.850 in seguito.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X