Dall’Aim all’Egm: ora l’Italia ha un mercato delle Pmi di livello europeo

A
A
A
di Redazione 28 Aprile 2022 | 15:01

Il mercato Euronext Growth Milan (già AIM Italia) ha visto una crescita senza precedenti nel quinquennio 2017-2021 con 146 IPO, di cui circa l’80% rappresentato da PMI, sulla spinta di provvedimenti legislativi «illuminati», come il credito d’imposta sui costi di quotazione e il lancio dei PIR. Oggi le società quotate sono 176 per una capitalizzazione complessiva di 11,4 miliardi di euro. L’introduzione del Bonus IPO ha alimentato un circolo virtuoso e ha rappresentato un passo importante nella cultura del mercato dei capitali in Italia con effetti positivi su occupazione e PIL, contribuendo a colmare l’enorme divario tra la Piazza finanziaria nazionale e quella di altri Paesi: oggi anche la Borsa Italiana ha un mercato dei capitali per le PMI di livello europeo.

Lo sviluppo del mercato dalla nascita e le potenzialità della sua evoluzione sono state illustrate da Anna Lambiase in occasione della presentazione del libro «La quotazione in Borsa delle PMI – Esperienze imprenditoriali di successo su Euronext Growth Milan», Franco Angeli Editore. L’opera è il frutto della continua attività di analisi finanziaria e monitoraggio dei mercati borsistici che IR Top Consulting, boutique finanziaria di cui l’autrice è fondatore e CEO, ha dedicato alle PMI trasformandole in piccole multinazionali che scelgono la Borsa per accelerare il proprio progetto di crescita.

Anna Lambiase ha dichiarato: “La quotazione in Borsa non è solo un’operazione di finanza straordinaria ma una strategia di crescita per le imprese volta a favorire lo sviluppo dimensionale e industriale, una modalità nuova per raccogliere capitale e favorire il finanziamento di progetti innovativi. Dal 2009 ad oggi sono oltre 230 le società che si sono quotate su EGM-AIM con una raccolta complessiva di oltre 5,5 miliardi di euro da investitori istituzionali italiani ed esteri. Il mercato ha registrato un notevole sviluppo a partire dal 2017, grazie all’effetto combinato dei PIR e del credito di imposta sui costi di IPO facendo segnare una crescita della capitalizzazione del +300% negli ultimi 5 anni in un contesto di forte fiducia degli Investitori Istituzionali che ha generato un’elevata domanda di investimento in economia reale, un miglioramento della liquidità e contestualmente una crescita delle performance. Le 4 fasi di mercato che hanno caratterizzato la crescita di EGM-AIM nelle quali abbiamo giocato un ruolo strategico, hanno visto l’affermazione del nostro brand come leading advisor per la quotazione; oggi sulla base della nostra esperienza maturata su oltre 40 quotazioni seguite dalla nascita del mercato, possiamo affermare che l’IPO si dimostra strumento che trasforma le PMI in piccole multinazionali, leva strategica per aumentare la competitività nel medio lungo termine e valorizzare il capitale economico; è quindi, un modello integrato che accelera i processi di investimento e permette alle società di operare sul proprio settore con una maggiore forza contrattuale, commerciale e patrimoniale”.

LE FASI DI SVILUPPO DEL MERCATO AZIONARIO EGM-AIM

Lo sviluppo del mercato EGM-AIM dalla sua fondazione può essere rappresentato in 4 fasi:

  1. 2009-2012 Fase di “introduzione”
  2. 2013-2016 Fase di “divulgazione”
  3. 2017-2021 Fase di “crescita”
  4. 2022 Inizio Fase della “sostenibilita”

Le 4 fasi hanno visto una correlata crescita della capitalizzazione e del numero di IPO con un percorso scandito da una serie di interventi legislativi e regolamentari quali l’introduzione dei PIR e dei PIR alternativi, il Decreto Incentivi PMI innovative, il Bonus IPO con il credito d’imposta sui costi di quotazione, le modifiche sui requisiti di quotazione con l’obbligo di un amministratore indipendente in Consiglio di Amministrazione, la ricerca indipendente e l’obbligo di rendicontazione non finanziaria per le quotate con determinati requisiti dimensionali che ha segnato l’inizio della nuova fase di crescita del mercato che vede nella sostenibilità la sua connotazione più evidente. Parallelamente, a sostegno del mercato, sono state condotte da IR Top Consulting molteplici  attività specialistiche che hanno contribuito allo sviluppo della cultura dell’Equity in Italia quali la creazione dell’OSSERVATORIO AIM, ora denominato OSSERVATORIO PMI Euronext Growth Milan, il lancio della prima piattaforma digitale dedicata al mercato, PMI CAPITAL, l’AIM Investor Day per il confronto tra aziende e investitori, la collaborazione con il Governo e il MISE alla definizione della misura del credito di imposta sui costi di quotazione e una assidua attività convegnistica quali seminari, focus group, workshop nazionali e internazionali con l’obiettivo di attività di formazione, guidata da una costante attenzione alle novità legislative, alle analisi di prassi di mercato azionario e alla definizione di linee guida di disclosure e IR. Nella quarta fase definita “sostenibilità” l’attività di IR Top Consulting si è focalizzata nella realizzazione del Report sulla compliance “SASB MATERIALITY MAP®”, la prima indagine SASB in Italia su EGM-AIM e il lancio del nuovo OSSERVATORIO ESG volto a seguire le prassi delle PMI quotate.

Alla presentazione del libro svoltasi oggi a Milano hanno partecipato l’autrice Anna Lambiase, Fondatore e Amministratore Delegato di IR Top Consulting, boutique finanziaria leader in Italia nell’advisory finanziaria l’On. Giulio Centemero, membro della VI Commissione Finanze della Camera dei Deputati, il Prof. Marco Giorgino, Politecnico di Milano & Mip, Alida Carcano, CFA BG Valeur, Dante Ravagnan, Professore a Contratto dell’Università Cattolica Milano e la Prof.ssa Anna Moisello, Professore associato di Economia Aziendale e vice direttore del dipartimento di Scienze Economiche e Aziendali dell’Università di Pavia.

Il principale obiettivo del volume è quello di fornire una guida alla quotazione e un quadro aggiornato delle prassi del mercato di Borsa Italiana dedicato alla crescita delle PMI.

Le 19 aziende presentate nel libro come case study di successo riportano le testimonianze dirette degli imprenditori: Take Off, IDNTT, MeglioQuesto, Jonix, Reti, Officina Stellare, Gibus, Portobello, Kolinpharma, Gel, Portale Sardegna, Finlogic, TPS, Fope, 4AIM Sicaf, Clabo, Notorious Pictures, Expert.ai e Digital Magics.

Completa il libro un’approfondita analisi delle fasi del processo di quotazione, degli attori, dei tempi e dei costi IPO. La quotazione richiede un cambiamento culturale dell’imprenditore in termini di governance, di presidio sui sistemi di reporting e di trasparenza, con capacità di gestire il dialogo con gli investitori. Dopo un excursus sull’evoluzione dei mercati azionari a livello nazionale e internazionale, vengono evidenziate le principali fasi del processo, una fotografia delle società quotate in termini di capitali raccolti, risultati economico-finanziari, performance azionarie, dividendi, progetti strategici, practice di Investor Relations e regole di accesso e permanenza. Il libro prosegue con le statistiche relative alla liquidità del mercato, l’analisi degli Investitori Istituzionali e la descrizione delle logiche di investimento, l’impatto dei PIR e degli incentivi fiscali per imprese e investitori.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Raccomandazioni di Borsa: i Buy di oggi da Alkemy a Unipol

Mercati, Finanza.tech: occhi puntati alla business intelligence. L’analisi

Raccomandazioni di Borsa: i Buy di oggi da A2a a Tamburi

NEWSLETTER
Iscriviti
X