Uffici, box, appartamenti: 2016 positivo

A
A
A
di Finanza Operativa 2 Marzo 2017 | 18:00

Il mercato immobiliare uso uffici italiano continua a rispondere positivamente agli stimoli di ripresa post crisi. Secondo World Capital il settore ha registrato nel secondo semestre 2016 un graduale incremento dei canoni di locazione e una ritrovata fiducia da parte di aziende nazionali e internazionali, con una ricerca maggiormente focalizzata sulle zone semicentrali.

Le location prime più appetibili si riconfermano Milano e Roma, registrando significative variazioni positive, come per esempio a Milano Centro (500 €/mq/anno) e Roma Centro Fascia A (400 €/mq/anno) e Fascia B (Roma 390 €/mq/anno).

Quadro stabile per quanto riguarda i canoni di locazione di altre città prime come Firenze (zona Centro 220 €/mq/anno) e Padova (zona Centro 170 €/mq/anno).

Per quanto riguarda lo scenario degli investimenti, negli ultimi mesi del 2016 il mercato immobiliare uffici può contare su una ritrovata fiducia da parte degli investitori istituzionali, maggiormente quelli Internazionali.

Analizzando le tendenze del mercato, inoltre, tra i prodotti immobiliari più richiesti troviamo quelli value added, investimenti finalizzati a migliorare il rendimento, che permettono o la riqualificazione dell’immobile per rispondere alle ultime esigenze del mercato, sempre più focalizzato su efficienza ed efficacia, o la revisione dei contratti di locazione.

L’incremento della richiesta, sempre più personalizzata, di spazi a uso ufficio nelle principali città italiane, infine, ha generato la crescita dei canoni di locazione.
Per quanto riguarda invece altre tipologie di immobili, come box e appartamenti, l’Ufficio studi Tecnocasa ha rilevato altri dati.
Secondo il gruppo immobiliare di Rozzano, nel primo semestre del 2016 il rendimento annuo lordo di un box nelle grandi città si è attestato intorno al 5,9%. Tra le grandi città quelle che, nello stesso periodo, hanno registrato rendimenti più elevati sui box sono Bari (9,9%) seguita da Palermo (7,5%).  Si tratta di città dove i prezzi dei box sono più contenuti rispetto alla media delle altre metropoli e questo incide positivamente sui rendimenti.
Per quanto riguarda gli appartamenti, nel primo semestre del 2016 l’analisi dei rendimenti delle abitazioni nelle principali città italiane ci dice che il rendimento annuo lordo nelle grandi città italiane si è attestato intorno al 4,7%. Tra le grandi città quelle che hanno il rendimento annuo lordo da locazione più elevato sono Verona (5,9%) e Palermo (5,4%).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Box o appartamenti: cosa rende di più?

NEWSLETTER
Iscriviti
X