Obbligazioni Convertibili: le soluzioni di Exane Derivatives

A
A
A
di Finanza Operativa 30 Marzo 2017 | 13:00

Exane Derivatives, filiale del Gruppo Exane che vanta un’esperienza sui mercati finanziari da più di 25 anni, ha organizzato una tavola rotonda sulle obbligazioni convertibili.

Protagonista dell’evento è stato Stéphane Renaud, Responsabile della Ricerca su obbligazioni convertibili di Exane Derivatives (N.3 Ricerca Obbligazioni Convertibili – 2016 Extel Europe Survey ), che ha illustrato l’appeal di tale asset class nell’attuale contesto di mercato. Dopo la correzione registrata a novembre 2016 a seguito delle prese di profitto da parte degli investitori a fine anno, i primi mesi del 2017 non sono stati, infatti, facili per le obbligazioni convertibili europee. «L’asset class ha sofferto a causa del recente rialzo dei tassi a lungo termine e del crollo delle valorizzazioni sulle OC miste» ha spiegato Renaud. Ma, come ha aggiunto l’esperto della società transalpina «la situazione è cambiata e le obbligazioni convertibili europee vantano oggi un punto d’ingresso interessante» L’asset class, ed in particolare i profili misti, registrano, infatti, un calo delle valorizzazioni che sono circa pari ai minimi storici toccati nel 2010. E secondo Renaud tale trend, che ha permesso un §calo del premio medio di conversione delle OC (a parità di condizioni), e un aumento della convessità delle OC (cioè partecipazione asimmetrica al rialzo / ribasso del sottostante), ha creato un’opportunità d’investimento sulle obbligazioni convertibili europee da non lasciarsi sfuggire.

«Frutto del nostro know-how sulle obbligazioni convertibili e della nostra expertise nella creazione di indici proprietari, gli indici della gamma Exane Index sulle obbligazioni convertibili europee permettono di esporsi a tale asset class e di sfruttare l’attuale configurazione tecnica» ha dichiarato Melania D’Angelo, Responsabile del Team Commerciale di Exane Derivatives in Italia e in Ticino. Per tal motivo nel corso dell’evento sono stati presentati:

  • l’indice proprietario Exane Managed Allocation Convertible BondsRI che permette di esporsi, applicando un filtro di liquidità, ad un’allocazione discrezionale gestita attivamente la cui composizione (selezione delle OC e loro ponderazione) è a cura del team Ricerca Convertibili di Exane Derivatives;
  • l’indice proprietario Exane Proxy ECI EuroRI che replica l’indice ECI EURO beneficiando, nel contempo, della liquidità dei mercati azionari e obbligazionari.

E’ possibile esporsi a tali indici attraverso dei Certificati Tracker con Pegno quotati su EuroTLX cioè certificati che permettono di replicare la performance del sottostante al netto delle fees beneficiando, nel contempo, della costituzione in pegno di un conto titoli. «Una soluzione innovativa creata da Exane Derivatives per esporsi ai certificati coprendo il rischio emittente» ha aggiunto in conclusione la Responsabile del Team Commerciale di Exane Derivatives in Italia e in Ticino.

Tutte le informazioni sui Certificati Tracker con Pegno, e sulle soluzioni d’investimento emesse da Exane Derivatives sono reperibili sul sito www.exane.com/italiancertificate.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Certificati, da Exane due nuovi Crescendo Rendimento Memory

Certificati, da Exane un nuovo Crescendo Rendimento Memory

Exane Derivatives lancia il primo indice Esg cattolico nel fixed income

NEWSLETTER
Iscriviti
X