Report Operativo: monitoraggio posizioni su Azimut ed Enel

A
A
A
di Finanza Operativa 6 Aprile 2017 | 20:00
Azimut si è mossa in una fase ribassista di breve periodo iniziata dal gennaio 2017 ben visibile nel grafico proposto (canale discendente rosso), con il prezzo passato da 18,00 a 15,35 euro a metà marzo. La moderata ripresa del prezzo nella seconda metà di marzo ha riportato Azimut a contatto con un’area di resistenza statica posta tra 16,35 e 16,40 euro, in corrispondenza nei primi giorni di aprile con la parte superiore del trend negativo individuato.
Nel Report Operativo n°183 mandato lunedì 3 aprile 2017 ai nostri clienti si suggeriva di monitorare il titolo Azimut per tentare l’acquisto in caso di breakout di 16,42 euro con stop loss sotto quota 16,10 euro e primo obiettivo a 17,00 euro, poi 17,40 euro. Il trigger per l’acquisto è scattato proprio lunedì, con il prezzo salito fino a 16,44 euro nel pomeriggio, e nella seduta successiva il livello di stop loss non è stato interessato. Ieri Azimut ha aperto in gap up fuori dal canale discendente ed è salita con forza e volumi fino a 17,09 euro, mandandoci in profitto del +4%, mentre oggi tende a ripiegare sui 16,75, dopo un’apertura in lap down che non ci ha dato modo di poter applicare il trailing profit sotto i 17,00 stessi, continuando ad evidenziare un forte aumento di volatilità. Attualmente siamo in profitto lordo del +1,9% (al prezzo di 16,74 euro) e manteniamo la posizione con la massima tranquillità inserendo l’uscita in stop a pareggio sotto quota 16,44 euro.
Enel ha messo a segno un movimento ascendente a partire dai minimi dei primi di febbraio registrati nell’area 3,83 euro, e da allora il prezzo è risalito fino a quota 4,434 euro (massimo relativo dello scorso lunedì 3 aprile). Nel medio periodo il titolo si è portato verso la parte superiore del trend positivo, che è iniziato dai minimi del febbraio 2016, e che passava in area 4,43/45. Questi livelli sono molto vicini alla parte superiore della tendenza neutra primaria, un range compreso tra 3,35 e 4,50 euro che va avanti ormai da più di tre anni. Il forte ipercomprato visibile sull’indicatore stocastico in versione lenta e la divergenza bearish sull’istogramma del MACD ci hanno fatto pensare ad una possibile correzione sul prezzo di questo titolo.
Per questo motivo nel Report Operativo n°183 mandato lunedì 3 aprile 2017 ai nostri clienti abbiamo suggerito di aprire una posizione SHORT sul titolo Enel (vendita allo scoperto) al prezzo di 4,426 euro, con stop loss in ricopertura sopra 4,47 euro e primo obiettivo ribassista a quota 4,25 euro. Per il momento la posizione ci sta dando ragione con il prezzo che è sceso stamani fino a 4,35 euro, portandoci un profitto lordo fino a +1,7%. Manteniamo con obiettivo sempre a 4,25 euro e spostiamo a questo punto l’uscita in trailing profit sopra quota 4,41 euro, livello al quale bloccheremo un profitto frazionale per non rischiare più nulla e coprire anche le spese dell’operazione.
Puoi ricevere il Report Operativo di XTraderNet al prezzo per l’abbonamento trimestrale di 245 euro oppure al prezzo di 95 euro per un mese. Per ulteriori informazioni visita la pagina dedicata o mandaci una mail qui (report@finanzaoperativa.com).
Azimut
ENEL

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, petrolio Brent: ecco fino a dove può arrivare e gli Etc a Piazza Affari

Mercati: Fib, Dax ed Euro Stoxx 50 future mostrano il fiatone

Mercati, Ftse Mib: prima o poi dovrà fare i conti con i gap ancora aperti

NEWSLETTER
Iscriviti
X