Standard Chartered punta sulla Cina

A
A
A
Private di Private 17 Giugno 2016 | 02:00

La banca britannica Standard Chartered sta prendendo in considerazione l’ipotesi di creare una banca privata onshore in Cina. Lo ha dichiarato Anna Marrs, responsabile globale dei segmenti commerciale e private banking dell’istituto britannico, alla Reuters. “Nel 2017 decideremo, in base anche alle altre priorità. La Cina è un’economia enorme e non è possibile ignorarla”. Nel Paese del Dragone StanChart dovrà vedersela con Goldman Sachs e Ubs, già presenti nel business del wealth management.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

NEWSLETTER
Iscriviti
X