Intesa Sanpaolo, wealth management all’ombra del dragone

A
A
A
Avatar di Hillary Di Lernia11 dicembre 2019 | 11:16

Grazie all’ottenimento da parte delle Autorità Locali della Fund Distribution License, Intesa Sanpaolo è la prima banca straniera a svolgere attività di Wealth Management in Cina attraverso una propria società, YI TSAI
(“Talento Italiano”), appartenente al perimetro della Divisione International Subsidiary Banks.

La società costituita nel 2016 può ora dare avvio ad una piena operatività, conclusa la fase pilota svolta nell’area della Città di Qingdao, Pilot Zone per lo sviluppo delle attività di Wealth Management in Cina. Intesa Sanpaolo ha firmato nel marzo scorso un importante Memorandum of Understanding con la Municipalità di Qingdao per lo sviluppo della suddetta Pilot Zone, alla presenza del Presidente Xi Jinping e del premier italiano Giuseppe Conte in occasione della visita di stato in Italia del Presidente cinese. L’avvio operativo della società, con il taglio del nastro previsto nella notte italiana (il 12 mattina in Cina) alla presenza delle più importanti autorità locali e di Antonello Piancastelli, Chairman di YI TSAI, in rappresentanza del Gruppo, costituisce la prima attuazione concreta di tale collaborazione.

La società è interamente controllata da Intesa Sanpaolo e rappresenta il cuore della strategia per l’offerta di prodotti finanziari alla clientela di alto profilo della Repubblica Popolare Cinese, per cui se ne prevede una graduale espansione nelle altre Province. YI TSAI in accordo con la licenza ottenuta distribuirà Public Funds e Privately Distributed Funds, accuratamente selezionati nell’offerta di Penghua (società partecipata da Eurizon Capital) e delle migliori società di Asset Management in Cina. L’attività di distribuzione sarà affidata alla rete di Financial Advisor di YI TSAI, organizzata e governata sulla base delle best practice del Gruppo Intesa Sanpaolo.

La particolare significatività del risultato ottenuto è stata riconosciuta al Gruppo Intesa Sanpaolo anche dalla Fondazione Italia Cina che ha deciso di premiare il Gruppo nell’ambito degli annuali China Awards 2019. Durante la cerimonia del 10 dicembre, Intesa Sanpaolo è stata insignita del premio “Via della Seta: un riconoscimento a realtà
italiane che si distinguono in particolar modo per il lungo e significativo percorso di crescita e sviluppo negli anni rispetto al mercato cinese”. Alla cerimonia ha partecipato e ritirato il premio Paola Angeletti, Responsabile della Divisione International Subsidiary Banks, che ha ricordato l’importanza dello sviluppo delle attività di Wealth
Management in Cina nell’ambito del piano di impresa 2018-2021 del Gruppo Intesa Sanpaolo.

“E’ motivo di soddisfazione affermarci come la prima Banca straniera a poter sviluppare attività di wealth management in Cina grazie all’ottenimento della Fund Distribution License – afferma Carlo Messina, Consigliere Delegato e CEO di Intesa Sanpaolo. Dopo l’avvio dell’operatività nell’area pilota di Qingdao, ci concentreremo sull’espansione in altre province della Repubblica Popolare con filiali dedicate e allo sviluppo di un’offerta sempre più attrattiva per il mercato cinese, avvalendoci di partner di primario livello. Con questa iniziativa vogliamo offrire alla clientela ad alto profilo, servizi di consulenza finanziaria a 360 gradi finalizzati alla gestione e alla pianificazione del risparmio in ottica di lungo periodo, forti delle nostre competenze e della nostra credibilità riconosciuta dalle principali istituzioni finanziarie internazionali. Con YI TSAI riteniamo aver compiuto un passo significativo per lo sviluppo internazionale di Intesa Sanpaolo nel campo del Wealth Management”.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Intesa Sanpaolo-Ubi, previste almeno 5 mila uscite di dipendenti

Intesa Sanpaolo, utili a pioggia con fondi e polizze

Intesa Sanpaolo dalla parte delle mamme

Intesa Sanpaolo, la banca arriva in tabaccheria

Intesa Sanpaolo si espande nel ramo Vita

Intesa Sanpaolo è la miglior banca italiana per Global Finance

Intesa Sanpaolo, utile in calo nel terzo trimestre

Intesa Sanpaolo, niente tassi negativi sui conti

Intesa Sanpaolo, fino a 117 milioni di bonus per i bancari

Intesa e Azimut, i veri big del dividendo

Banche, il risveglio dei bond

Intesa Sanpaolo, un utile da incorniciare

Intesa coccola le startup

Intesa Sanpaolo: il bond rende meno del btp

Intesa Sanpaolo scende in campo nel crowdfunding

Nuovi esuberi a Intesa Sanpaolo

Intesa fuori dal risiko europeo delle aggregazioni

Intesa Sanpaolo rilancia sulle polizze

Intesa, pronta la lista per il cda

Consulenti ibridi, Intesa Sanpaolo continua ad assumere

Intesa San Paolo a caccia di private banker in Svizzera

Diamanti in banca, partono i rimborsi

Truffa diamanti, “margini fino al 18% per la banche”

Borsa, un 2019 pieno di cedole

Intesa, frenano asset management e private banking

Il big di BlackRock loda Intesa Sanpaolo

Intesa, il feeling Messina-BlackRock

Intesa Sanpaolo, Merle e Longo in sella al private a Lugano

Consulenti, rivolta contro il contratto ibrido

Intesa, doppia mossa digitale per le imprese

Intesa Sanpaolo, svolta ibrida

Intesa Sanpaolo sceglie la blockchain

Intesa Sanpaolo, il futuro è digital

Ti può anche interessare

Dalio: “Il mondo è in uno scenario da anni Trenta”

“Le tensioni commerciali tra Stati Uniti e Cina non sono destinate a finire a breve, né a res ...

Portogallo al top degli investimenti immobiliari

Nel 2019 Lisbona è stata identificata dal Price Waterhouse Coopers come la migliore città per inve ...

Fondi alternativi con il vento in poppa

Prosegue il momento positivo per i fondi hedge. A luglio l’indiceEurekahedge Hedge Fund è sal ...