Nasce Fidartis, il nuovo player del multi family office

A
A
A
Avatar di Redazione 22 Gennaio 2020 | 10:50

La protezione e il passaggio generazionale della ricchezza richiedono non solo elevata competenza, ma anche sensibilità nel saper proporre servizi innovativi e duraturi nel tempo. Su queste premesse è nata Fidartis, nuova società indipendente specializzata nel Multi Family Office. L’azienda è il frutto della visione e dell’esperienza pluriennale dell’Amministratore Delegato Michele Muscolo nella pianificazione e nella gestione di Patrimoni e dell’intuizione che Stefano Zorzi, Presidente di Fidartis, ha avuto nel considerare le opere d’arte un asset strategico dei capitali famigliari. Grazie a una rete di affermati professionisti in ambito giuridico ed economico, tra cui si annoverano il Prof. Avv. Giuseppe Corasaniti, l’Avv. Alessandro Accinni, l’Avv. Francesca Romana Lupoi e il Prof. Pietro Selicato, Fidartis è in grado di fornire strumenti di “Asset Protection e Sinergie Generazionali” (Consulenza legale e fiscale, Corporate Banking & Advisory, Real Estate…) su misura, ad alto valore aggiunto.
Ad esempio “Concierge Service” consente alla clientela di ricevere assistenza nel trasferimento di beni mobili e nella definizione di attività filantropiche, mentre “Reporting & Global Custody” permette di avere un periodico rendiconto patrimoniale consolidato. L’elemento peculiare nell’offerta aziendale risiede però nel servizio di amministrazione del patrimonio artistico. “Il prossimo decennio – sostengono Muscolo e Zorzi – vedrà l’arte come asset di investimento che richiederà un’uguale cura e assistenza al pari di quella dedicata al patrimonio finanziario, immobiliare e societario del Cliente”.

Attraverso l’innovativa formula “Art Lending”, Fidartis desidera proporsi come primo operatore in Italia in grado di assistere in un percorso di garanzia il temporaneo sfruttamento economico di un’opera o di una collezione di opere d’arte, rendendole “liquide”. Ciò è possibile grazie all’ecosistema strutturato dalla società che comprende partner assicurativi, bancari e case d’asta internazionali, capaci di garantire un supporto completo nella gestione dei beni artistici. Al fine di veicolare efficacemente il proprio concetto di pianificazione patrimoniale evoluta, la società gestisce una sezione interna denominata “Fidartis Education”, che promuove un corso di formazione rivolto a consulenti finanziari e professionisti. Fidartis Education ha inoltre in
programma un “mini-master” che si pone l’intento di correlare Diritto, Arte e Mercato attraverso un percorso di 4 giornate in cui si analizzeranno varie e
complesse problematiche – civilistiche, tributarie e penali – connesse alla conservazione, alla circolazione e ai vincoli delle opere d’arte. Tutto ciò allo
scopo di innalzare le competenze dei consulenti su questo importante tema dell’amministrazione dei beni artistici che sarà, negli anni a venire, uno dei
principali driver nel mondo della consulenza. Fidartis intende così diventare il punto di riferimento per il Multi Family Office in Italia, generando interesse e sinergie tra molteplici attori: imprenditori, manager, consulenti finanziari, professionisti, galleristi e collezionisti. La simbiosi tra bellezza e mercato è pronta per essere celebrata.

Nella foto: ritratti (da sx a dx, in primo piano) Michele Muscolo (Amministratore Delegato Fidartis) e Viktor Elbing (Ambasciatore della Repubblica Federale di Germania nella Repubblica Italiana) mentre dialogano durante l’ evento RO.ME Museum Exhibiton, tenutosi nel mese di novembre 2019 (e che ha visto tra i propri sponsor la stessa Fidartis).

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Unicredit PB si lancia negli Eltif

Le incognite diffuse sui mercati, alle quali nelle ultime settimane si è aggiunto il coronavirus, f ...

Spesa pubblica da ripensare

Il declino italiano continua da oltre 20 anni. In questo arco di tempo il Pil è cresciuto il 20% in ...

L’identikit della clientela private

Simona Maggi, direttore Scientifico Aipb (Associazione Italiana Private Banking)   Il private b ...

NEWSLETTER
Iscriviti
X