Oggi il G20: regole & finanza sul tavolo

A
A
A

Si apre quest’oggi a Washington il G20. I temi che dovranno essere affrontati dai leader delle principali economie mondiali non sono certo di poco conto. Il messaggio ieri del presidente Barack Obama è stato molto diretto. Riformare la finanza è fondamentale per evitare ulteriori altre crisi. Quindi …

di Redazione23 aprile 2010 | 07:30

Si apre quest’oggi a Washington il G20. I temi che dovranno essere affrontati dai leader delle principali economie mondiali non sono certo di poco conto. Il messaggio ieri del presidente Barack Obama è stato molto diretto. Riformare la finanza è fondamentale per evitare ulteriori altre crisi. Quindi è presumibile che i lavori inizieranno proprio da qui. 
 

Già il direttore del Fondo monetario, Dominique Strauss-Kahn, ha dato ieri una prima approvazione di massima all’annuncio del presidente Usa, Barack Obama, sulla regolamentazione di Wall Street, ricordando che «non è troppo distante» dalle proposte dell’Fmi stesso.
Ma «Ogni parte del mondo – ha detto – ha le proprie proposte, che hanno un senso guardando agli interessi dei singoli paesi, ma sono incoerenti fra loro». 

La questione si presenta quindi abbastanza spinosa. L’obiettivo del G20 è quello di discutere assieme sul quadro macroeconomico e cercare assieme una soluzione per affrontare le problematiche e i timori che attanagliano i governi. Vedi alla voce Grecia & co. 
 

Strauss-Kahn enumera tre punti su cui la comunità internazionale deve concentrarsi per quanto riguarda le regole della finanza globale: requisiti più stringenti di capitale e di liquidità per le banche, gli strumenti per affrontare i rischi sistemici,  la risoluzione transnazionale delle crisi delle banche che operano su più mercati.

Sono gli elementi sui quali l’Fmi sta lavorando a fianco del Financial Stability Board. E il governatore della Banca d’Italia, Mario Draghi, che lo presiede, riferirà alle riunioni di Washington sui progressi realizzati finora. In particolare della proposta di tassazione per le banche portata avanti dal FMI. Questi sforzi, secondo Draghi, sono importanti per ridurre l’incertezza nel settore finanziario e il presidente dell’Fsb ha già sottolineato che ritiene l’ipotesi di nuovi prelievi per il settore finanziario complementare alle regolamentazione in atto nei diversi paesi europei, come Basilea III. L’Fsb, comunque, cercherà di valutare l’impatto che i supplementi di capitale per le banche più grandi e la tassazione avranno sul sistema bancario. 

 

 



Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Ennio e Massimo Doris: “Benvenuti nella nostra Casa”

Bnl-Bnp Paribas LB gonfia la rete

Addio all’Albo per un ex Fineco

Le sinergie accademiche di B. Mediolanum

Salviamo i risparmi in Lire, un appello al M5S

Nuova Banca Etruria vince in appello contro Consob

F&F al passo d’addio, DB Advisory Clients pensa a un tour

Consulenza a distanza, l’avanguardia firmata Südtirol Bank

Una crisi indigesta alle reti

Consulenti, meglio il portafoglio del curriculum

Che bello lavorare in Credem

Ingresso di peso per il private di IWBank

Consulenti, cresce la concorrenza di banche e Poste

Tutela del risparmio e banche, le mosse di Lega e M5S

Banche, quei dieci trend che le cambieranno

Polizze, le crepe nel mito dell’impignorabilità

Consulenza un tanto al chilo

Banche e finanza, stipendi d’oro per i top manager

Bnl, the brand must go on

Shopping per il private di Banca Profilo

Leadership digitale, Intesa batte Unicredit e Fineco

B.Generali, atto di forza nella consulenza

Il cda di Fideuram Ispb cambia faccia

Mifid 2, sfida alla burocrazia

Bail-in, risparmi degli italiani ancora a rischio

Consulenti: “sos” momenti imbarazzanti con i clienti

Fideuram Ispb, il tesoro è in Irlanda

Mifid 2 è il migliore alleato di Mediolanum

Private, sulla Svizzera c’è Intesa

La relazione nel dna delle reti

La consulenza che piace ai Millennial

Private insurance nel mirino di Ispb

Banche e reti, stipendi da favola

Ti può anche interessare

Bim vola in borsa grazie a ipotesi cessione in tempi rapidi

BANCA INTERMOBILIARE A TUTTO GAS – Rimasta esclusa dal perimetro di attività che Intesa Sanpa ...

Banche a passo di corsa in borsa, per Credit Suisse è un “happy ending”

CREDIT SUISSE: LIETO FINE PER LE BANCHE ITALIANE – Un’operazione buona per Intesa Sanpaolo, ...

Taillepied sale in Amundi

Il manager ricoprirà il ruolo di head of corporate engagement e riporterà direttamente al cio Pasc ...