Il Credit Suisse perde quota a Zurigo

A
A
A

Anche il 2016 si presenta difficile quanto il 2015 per il Credit Suisse. Ad ammetterlo è il numero uno Tidjane Thiam che rassicura: taglieremo ancora i costi ed eviteremo i rischi

Luca Spoldi di Luca Spoldi29 aprile 2016 | 17:08

THIAM NON RIESCE A RASSICURARE – Il numero uno di Credit Suisse Group, Tidjane Thiam, ha rassicurato gli investitori che continuerà a ridurre i costi e a tenere lontano la banca delle attività rischiose. Thiam, che è arrivato in Credit Suisse nel 2015 proveniendo da Prudential, cerca di rassicurare gli investitori ma deve ammettere, parlando a Zurigo, che “il primo trimestre del 2016 ha visto il proseguimento di alcune delle  pressioni negative sperimentate” nel corso dell’anno passato. Intanto a Zurigo il titolo Credit Suisse perde terreno e oscilla a 14,73 franchi svizzeri, in calo del 3% rispetto alla chiusura precedente.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

5 buoni motivi per iscriversi a Investments on the road

Cassa di Risparmio di Asti, porte aperte ai giovani

Banche, la rivoluzione della tecnologia Blockchain

SGSS si conferma banca depositaria per Inarcassa

Consulente formato, mezzo salvato…parola di Mifid 2

Santander, eccellenza nella gestione delle risorse umane

Banca del Piemonte dirige la sua nuova Orchestra

Intesa e Altis a braccetto con gli imprenditori del futuro

Consulente, sei incompetente per Mifid2?

Bce, il QE ci lascia in autunno. Forse

Private, Credit Suisse perde Riccucci

Banche, chiusure a raffica per le filiali

Anasf, Alessandrini alla guida dei Probiviri

Bnl-Bnp Paribas LB: superata quota 100 ingressi nel 2017

Arbitro per le controversie finanziarie, un primo bilancio di Consob

Banche, calano le sofferenze. Ma attenzione ai titoli tossici

Banche, Gentiloni punzecchia la Bce

Banche, così saranno quelle del futuro

Banche del territorio, un trio per tutelare i valori e gli interessi

McKinsey: “Cosa serve ancora alle banche”

Messina (Intesa Sanpaolo): npl, servono correttivi a regole Bce

Top manager di banche e digital al Summit di Saint-Vincent

Fallimenti e rivalsa sulle banche, il cliente può agire

Consob, l’Acf stoppa i ricorsi contro Bpvi e Veneto Banca

Banca Mediolanum dice la sua sull’innovazione digitale

Bankitalia: segnali di ripresa per il settore del credito

L’aumento del c/c per il fondo salva-banche è illegittimo

Cryan (Deutsche Bank) auspica tassi più alti e più fusioni e acquisizioni tra banche

Vigilanza bancaria, così cambia l’assetto dei controlli in Europa

Banche italiane, il consolidamento è partito

Dal 2007 in Europa sono scomparse 700 banche

Crediti problematici: Rev punta a collocare due portafogli di Npl tra agosto e ottobre

Hsbc, la svolta di Gulliver porta risultati

Ti può anche interessare

Julius Baer pone fine all’accordo di licenza con Gam

TERMINA ACCORDO TRA JULIUS BAER E GAM – Ci sono voluti otto anni, ma da ora in avanti le strad ...

Blueindex: finale di ottava a tutto gas per Banco Bpm

BANCO BPM VOLA SUL BLUEINDEX – Chiusura si settimana all’insegna del rimbalzo, grazie anche ...

Intesa Sanpaolo valuta evolversi crisi ex popolari venete

INTESA SANPAOLO RIUNISCE IL CDA – Tenete d’occhio Intesa Sanpaolo: in giornata l’istituto ...