Il Credit Suisse perde quota a Zurigo

A
A
A

Anche il 2016 si presenta difficile quanto il 2015 per il Credit Suisse. Ad ammetterlo è il numero uno Tidjane Thiam che rassicura: taglieremo ancora i costi ed eviteremo i rischi

Luca Spoldi di Luca Spoldi29 aprile 2016 | 17:08

THIAM NON RIESCE A RASSICURARE – Il numero uno di Credit Suisse Group, Tidjane Thiam, ha rassicurato gli investitori che continuerà a ridurre i costi e a tenere lontano la banca delle attività rischiose. Thiam, che è arrivato in Credit Suisse nel 2015 proveniendo da Prudential, cerca di rassicurare gli investitori ma deve ammettere, parlando a Zurigo, che “il primo trimestre del 2016 ha visto il proseguimento di alcune delle  pressioni negative sperimentate” nel corso dell’anno passato. Intanto a Zurigo il titolo Credit Suisse perde terreno e oscilla a 14,73 franchi svizzeri, in calo del 3% rispetto alla chiusura precedente.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

McKinsey: “Cosa serve ancora alle banche”

Messina (Intesa Sanpaolo): npl, servono correttivi a regole Bce

Top manager di banche e digital al Summit di Saint-Vincent

Fallimenti e rivalsa sulle banche, il cliente può agire

Consob, l’Acf stoppa i ricorsi contro Bpvi e Veneto Banca

Banca Mediolanum dice la sua sull’innovazione digitale

Bankitalia: segnali di ripresa per il settore del credito

L’aumento del c/c per il fondo salva-banche è illegittimo

Cryan (Deutsche Bank) auspica tassi più alti e più fusioni e acquisizioni tra banche

Vigilanza bancaria, così cambia l’assetto dei controlli in Europa

Banche italiane, il consolidamento è partito

Dal 2007 in Europa sono scomparse 700 banche

Crediti problematici: Rev punta a collocare due portafogli di Npl tra agosto e ottobre

Hsbc, la svolta di Gulliver porta risultati

Qatar: le tensioni geopolitiche fanno defluire i capitali stranieri

Gacs, si va verso il rinnovo ma il costo potrebbe cambiare

A John Cryan serviranno anni per ristrutturare Deutsche Bank

Ubi Banca in stato di grazia a Piazza Affari: +4,34%

Reti Top, conto alla rovescia per le semestrali

Morgan Stanley: serviranno 10 anni per superare crisi Npl

Credit Suisse: i mercati già incorporano il rialzo dei tassi, ma siamo solo all’inizio

Torna l’assemblea annuale dell’Abi, banchieri a raccolta a Roma

Goldman Sachs punta sui prestiti alla clientela istituzionale Usa

Le ultime mosse sulle banche italiane convincono persino Schaeuble

Banche: oltre a Banca Carige occhio a Mps

La Brexit aumenta il fascino di Francoforte, ma Londra resta la capitale della finanza mondiale

Banca Carige opta per un aumento da 500 milioni

Banche, anche in Svizzera è l’ora delle razionalizzazioni

Banche: ora tocca al dossier Stefanel

Piazza Affari corre con le banche, brilla Unicredit

L’estate 2017 potrebbe rivelarsi propizia per le banche italiane

Dopo salvataggio banche venete si sblocca anche vicenda Mps

Banche a passo di corsa in borsa, per Credit Suisse è un “happy ending”

Ti può anche interessare

Borse europee, una mattinata ricca di spunti operativi

BANCHE E ALIMENTARI IN LUCE IN EUROPA – Giornata di diffuse recuperi sui listini azionari euro ...

Banche: per Mps la soluzione si avvicina, per ex popolari venete ancora no

MPS RIAPRE TRATTATIVE CON QUAESTIO – Il Cda di Mps concede a Quaestio Sgr (cui fa capo il fond ...

Hsbc: Tucker valuta candidati interni ed esterni per succedere a Gulliver come Ceo

HANCOCK IN CORSA PER GUIDARE HSBC – Peter Hancock, ex boss di American international group (Ai ...