Sospiro di sollievo per le banche Usa, i creditori tornano a pagare

A
A
A
di Daniel Settembre 30 Agosto 2012 | 06:41
Gli americani che hanno chiesto prestiti e mutui rimborsano in percntuale più alta il proprio debito e questo ha fatto…

PRESTITO SICURO – Si torna indietro di tre anni. Secondo un rapporto della Federal deposit insurance corporation, l’agenzia federale che assicura i depositi negli Stati Uniti, il numero di prestiti non rimborsati è calato del 29% e al minimo appunto di oltre tre anni.

BANCHE FANNO PROFITTI – Gli americani, insomma, che hanno chiesto prestiti e mutui rimborsano in percentuale più alta il proprio debito e questo ha fatto aumentare i profitti delle banche nazionali del 21% a 34,5 miliardi di dollari nel secondo trimestre rispetto allo stesso periodo 2011 (in calo rispetto ai 34,8 miliardi dei primi tre mesi dell’anno).

MENO CRISI – Grazie a queste dinamiche gli istituti di credito hanno accantonato in totale circa il 26% in meno di fondi per coprire eventuali future perdite. In ribasso anche il numero di banche in difficoltà, scese da 772 a 732 nel secondo trimestre.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, mutui: outlook e previsioni 2022

Banche: le implicazioni del recente movimento dei tassi

Mercati, la guerra in Ucraina pesa anche sui mutui

NEWSLETTER
Iscriviti
X