La scure di Credit Suisse sulle banche italiane

A
A
A
di Redazione 24 Ottobre 2018 | 09:24
L’istituto svizzero entra a gamba tesa sugli istituti nostrani

In un report speciale sulle banche italiane gli analisti di Credit Suisse hanno downgradato Intesa SanPaolo a neutral con target price ridotto a 2,30 euro dai precedenti 2,90 euro e Banco Bpm a underperform con prezzo obiettivo tagliato a 1,70 euro dai precenti 2,50 euro. “La volatilità dello spread sovrano dell’Italia – hanno spiegato dall’istituto elvetico – sembra destinata a continuare tra scontri con Bruxelles sulla legge di bilancio e potenziali ulteriori downgrade del rating dopo Moody’s“.

Non solo. “Una stima del tangible book value (PTVB) per l’esercizio in corso di 0,57x sembra economico ma è ancora lontano da quello della precedente crisi sovrana – avvertono da Credit Suisse – la valutazione relativa è infatti passata da un premio dell’1% di settembre a uno sconto del 7% in ottobre ma è ancora ben al di sopra del -16% raggiunto a novembre 2016″.

Articolo a cura di FinanzaOperativa.com

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Asset allocation: la view di Credit Suisse

Banche, Credit Suisse nel mirino della procura finanziaria

Banche, Credit Suisse: gli azionisti non ci stanno

NEWSLETTER
Iscriviti
X