Risparmi, confiscabile il conto su cui si ha delega

A
A
A
di Antonio Potenza 3 Maggio 2021 | 11:34

La legislazione ha deciso: se si ha un debito con il fisco, la firma sul conto dei propri genitori mette anche loro a rischio confisca.

La conclusione arriva dopo la sentenza n.13833 del 14 aprile 2021, con cui la terza sezione penale della Cassazione ha respinto il ricorso della madre di un indagato per il reato di omesso versamento Iva e ha ritenuto che la delega del figlio a operare sul conto corrente intestato alla stessa legittimasse il sequestro preventivo sulle somme depositate. A niente è valso il ricorso alla cassazione da parte della signora in questione.

La norma di interesse

La norma su cui si è sviluppato tutto il processo è l’art. 12-bis del dlgs 74\2000. Tale articolo prevede in caso di condanna o patteggiamento per delitto tributario la confisca obbligatoria dei beni che ne costituiscono il profitto o il prezzo, salvo che appartengano a presona estranea al reato. Praticamente quando la confisca diretta non è possibile si attua quella di beni – di cui il reo ha possibllità – per un valore corrispondente.

“La disponibilità”

Ma cosa significa in questo ambito il termine “disponibilità“? L’espressione deve coincidere nei fatti con la signoria di fatto sul bene, indipendentemente dalle categoria di diritto privato. Inoltre, la stessa si riferisce alla relazione effettuale del condannato con il bene, nel caso in cui egli tesso può determinare autonomamente la destinazione, l’impiego e il godimento.

La decisione della Cassazione

Il caso del reo è per il tribunale di Mantova l’occasione per chiarire la norma. Infatti, la sentenza n. 13833 del 14 aprile 2021 conferma che l’esistenza di delega ad operare su conto corrente bancario, senza indicazioni di limiti né di scopo, attribuisce al delegato la disponibilità delle somme giacenti. Ed è compresa anche la possibilità di apprenderle e disporne.
Tuttavia ciò che la sentenza sottolinea è che allo stesso modo se il delegato è indagato per reato tributario, si legittima il sequestro del conto anche se intestato a terzi.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banche, utili in crescita

Draghi, rebus incentivi M&A

Banche Ue-Usa, la superlega delle top 15: utili come la sola JpMorgan

NEWSLETTER
Iscriviti
X