Etf: Grano, Soia e Nichel dominano la seduta

A
A
A
Avatar di Salvatore Parmentola 14 Agosto 2008 | 11:11
In un contesto internazionale di forte volatilità e di forti vendite sui mercati azionari, le commodities ritornano alla ribalta con ottime performance. Si confermano ottimo strumento anticiclico. Grano e nichel sono in testa alla classifica, dopo qualche tempo in cui avevano perso molto del loro valore

Sembra proprio di essere tornati indietro a qualche settimana fa.

Le borse caratterizzate da pesanti perdite e le materie prime che volano sull’onda dei timori su prospettive economiche e inflazione. Non sembra però che la giornata di ieri possa rappresentare un inversione del trend.

E’ sembrata, infatti, la più classica delle prese di profitto in un mercato che era stato molto positivo con relativo spostamento di capitali verso strumenti che hanno subito grossi perdite nell’ultimo periodo.

Un esempio chiaro è l’Etfs Nickel(+7.769%), che nel giorno di ieri ha registrato la migliore performance, segno positivo che è arrivato opo tre mesi in cui il valore del fondo si è ridotto del 25%.. Balzi di una certa entità sono avvenuti per gli agricolture caratterizzati da ottime performance del grano Etfs Grains Dj-Aigci(+6,163%).
Dato significativo anche quello legato al Etfs Forward Agriculture DJ-AIGCI-F3,etf legato a strumenti trattati sul mercato OTC.

Il tutto nell’attesa che vengano pubblicati i dati sul raccolto 2008 del frumento che probabilmente segnerà un punto di discontinuità all’interno dell’andamento finora registrato.

Molto interessante si presenta la situazione della Soia che invece ha visto ridurre in maniera netta le scorte e che conseguentemente ha ricevuto un ulteriore elemento per crescere nel prezzo Etfs Soybeans(+5,803%)

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, attuale rally di Wall Street di poco superiore alla media

Mercati, attenzione al Dow Jones: il rally è già oltre le medie storiche

Dow Jones nell’anno post elettorale: attenzione a febbraio, agosto, settembre e ottobre

NEWSLETTER
Iscriviti
X