Etf: USA e Europa senza direzione, vola il greggio

A
A
A
di Andrea Zona 23 Settembre 2008 | 12:15
Dopo il caos della settimana scorsa, vissuta interamente al ribasso fino a venerdì quando, con un prodigioso rimbalzo, i mercati hanno recuperato la maggior parte delle perdite della settimana, ricomincia l’alternanza di rendimenti tra gli Etf sull’Europa e quelli su USA. Tra le commodities il petrolio ritorna deciso sopra i $100 toccando facendo registrare un picco intraday di $130.

La seduta del 22 settembre si è chiusa positivamente per gli Etf che investono in Europa e America Latina.

Il migliore Etf è stato l’iShares MSCI Europe Ex-UK (+8,98%). L’Etf della casa statunitense Barclays Global Fund Advisors ha una commissione di gestione annua dello 0,40% e investe nei titoli a maggiore capitalizzazione dell’Europa continentale.

Tra gli Etf che investono in Europa buone performance anche per il PowerShares FTSE RAFI Europe (+6,84%), per il Lyxor Etf FTSE 100 (+6,01%), per il PowerShares FTSE RAFI Europe Developed Mid-Small (+4,41%) e per il PowerShares FTSE RAFI Italy 30 (+3,33%).
 
Molto bene anche l’America Latina con il DB X-T. MSCI EM Latin America TRN Index (+4,83%), con il DB X-T. MSCI Brazil (+3,55%), con il Lyxor Etf Brazil (+3,07%), e con l’iShares MSCI Brazil (+2,92%).

Male invece gli Etf che investono in Corea e USA. Il peggiore di giornata è stato il DB X-T. MSCI Korea (-5,26%) seguito dal Lyxor Etf Nasdaq 100 (-5,06%), dall’iShares DJ U.S. Select Dividend (-3,97%), dall’iShares MSCI Korea (-3,35%), dal DB X-T. MSCI USA (-2,99%), dal PowerShares EQQQ (-2,58%) e dal Lyxor Etf MSCI Korea (-2,26%).
 
Sul fronte degli Exchange Traded Commodities (ETC), rialzi per gli Etc che investono in petrolio e metalli preziosi.

Il petrolio chiude la seduta con performance che vanno dal +2,34 dell’Etfs Brent Oil al + 9,06 dell’Etfs petroleum Dj-AIG. Il fortissimo rialzo del petrolio è dovuto in parte all’avvicinarsi della scadenza per il contratto di ottobre. Non è tuttavia da sottostimare la forza rialzista di alcune commodity, che recentemente hanno subito un brusco pullback.

Bene anche i metalli preziosi con l’Etfs Physical Gold (+6,65%), con il Lyxor Gold Bullion (+5,58%), con l’Etfs Physical Platinum (+5,32%) e con l’Etfs Physical Silver (+5,24%). Per l´oro il rialzo è stato molto forte, considerando il forte calo del dollaro USA (che solitamente ha una correlazione negativa rispetto all´oro). Gli investitori si domandano (giustamente) se il piano di stabilizzazione proposto dalla Fed e dal Tesoro USA avrà un effetto negativo sull´inflazione e sul dollaro USA nel lungo termine.

Male invece il bestiame con l’Etfs Live Cattle (-6,25%), con l’Etfs Lean Hogs (-5,83%) e con l’Etfs Livestock Dj-AIG (-2,32%). preziosi nel medio termine.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti