Il portafoglio di Mister Sam

A
A
A
Avatar di Redazione 16 Febbraio 2011 | 10:30
“Attualmente suggeriamo di puntare sulle banche core più solide. Quelle, cioè, meno esposte ai problemi dei paesi europei periferici e più sensibili alla crescita internazionale” spiega Chantaha Sam

Ecco il consiglio giusto “Per fare un esempio ci sono banche internazionali come HSBC o la Standard Chartered, che presentano una buona esposizione ai paesi emergenti, soprattutto in Asia. Al momento ci piacciono anche alcune banche francesi, come Bnp, SocGen o Credit Agricole, oppure banche del nord Europa, come Nordea, Svenska Handelsbanken, DnB Nor Asa, che hanno dimostrato di avere un solido business model, che ha resistito anche alla crisi”. In conclusione, chiosa Sam “Tra le banche dell’area periferica dell’Europa preferiamo gli istituti di credito di stampo internazionale che traggono gran parte dei ricavi all’estero, come Santander, BBVA o UniCredit”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

NEWSLETTER
Iscriviti
X