Credem, Euromobiliare Am Sgr diventa management company per la Sicav lussemburghese

A
A
A

L’operazione, autorizzata dagli organismi regolatori, si è configurata come scissione parziale transfrontaliera di Credem International (LUX) a favore di Euromobiliare Asset Management Sgr,

Chiara Merico di Chiara Merico1 febbraio 2018 | 09:51

LA DESIGNAZIONE – A partire da oggi, 1 febbraio 2017, Euromobiliare Asset Management Sgr, la società di gestione del risparmio del gruppo Credem guidata dall’amministratore delegato e direttore generale Fulvio Albarelli (nella foto), è stata designata  “management company” dalla Sicav lussemburghese Euromobiliare International Fund Lux. L’operazione, autorizzata dagli organismi regolatori (Banca d’Italia e CSSF – Commission de Surveillance du Secteur Financier), si è configurata come scissione parziale transfrontaliera di Credem International (LUX) a favore di Euromobiliare Asset Management Sgr, con il trasferimento a quest’ultima di alcune attività in precedenza svolte dalla società lussemburghese del gruppo Credem. L’obiettivo è ottimizzare la gestione degli Oicr promossi dal gruppo Credem avvalendosi del cosiddetto “passaporto europeo”, che prevede la possibilità di poter operare in un paese europeo diverso da quello di origine, consentendo così ad Euromobiliare Sgr di svolgere direttamente parte delle funzioni in precedenza esercitate da CredemLux. Nel dettaglio, Euromobiliare AM Sgr svolgerà quindi le attività di management company per la SICAV Euromobiliare International Fund e cioè agirà quale “Portfolio Manager”, “Global Distributor” e svolgerà le attività connesse ai servizi amministrativi, di registro e trasferimento.

EVOLUZIONE DELL’AREA WM – “Il nostro obiettivo –  ha dichiarato Fulvio Albarelli, amministratore delegato e direttore generale di Euromobiliare AM Sgr – è agire in modo proattivo rispetto alle sfide poste dal mercato e dall’evoluzione normativa di settore come ad esempio l’introduzione di Mifid 2. L’operazione che abbiamo finalizzato – ha proseguito Albarelli – si inserisce in questa strategia all’interno di un piano più ampio di evoluzione dell’area wealth management del gruppo Credem: diventare la management company di Eurofundlux SICAV ci consente di costituire una piattaforma estremamente competitiva in grado di creare sempre maggiore valore per i risparmiatori e per il nostro gruppo in tutti i settori dell’asset management”.

 

 

 


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Credem fa il pieno di clienti

Banca Euromobiliare, sferzata private

Credem dalla parte dei lavoratori

Pallavolo, Credem sponsor della serie A maschile

Polizze, Credem e Reale Mutua ancora alleate

Credem, 800 milioni di euro per le Pmi

Operazioni sospette, sospeso un ex Credem

Derivati, vittoria in tribunale del Credem e dello Studio Zitiello

Stop di 60 giorni per un cf ex Credem

Credemholding, dividendo stabile a 1,75 euro

Banca Euromobiliare, poker di cf nell’area di Bisi

Credemleasing, nuovi contratti col turbo

Che bello lavorare in Credem

Pallavolo, schiacciata vincente di Credem

Credem finanzia lo Stato di ebbrezza (al cinema)

Franzoni (Credem): “Così crescerà la nostra rete”

Credem, fondi e polizze trainano la raccolta

Credemholding, vola l’utile nel 2017

BLUERATING in edicola: “Spirito di squadra”

Reti Credem, Benetti in cabina di regia

Da Credem mezzo miliardo alle imprese italiane

Consulenti: Credem vince su CheBanca!

Multiproprietà non autorizzate e altre violazioni, radiato ex Fideuram ISPB e Credem

Credem, volano utili e dividendo

Nozze col Credem? Banco Desio risponde picche

Credem, largo ai giovani e 250 nuove assunzioni

Credem, patrimonio ancora più solido

Credem, Rondini a capo del private banking

Credem, ecco la superdivisione dedicata ai privati

Credem, utile in crescita per la holding

I fondi di Capital Group nella rete del Credem

Credem chiude il 2017 con 21 nuovi ingressi

Janus Henderson, coppia di sicav nella rete del Credem

Ti può anche interessare

Investimenti, il 2018 è un anno di transizione

La crescita globale mostra segni di rallentamento e il mercato ha ampiamente adeguato le aspettative ...

Bnp Paribas Am: continua la crescita dei mercati azionari globali

Il 23 gennaio, l’indice MSCI All-Country World metteva a segno una crescita del 6,3% dall’inizio ...

GAM: lo stato di salute dell’economia globale dipende dall’inflazione

Gli eventi che potrebbero di solito rappresentare un problema per i mercati azionari, compreso il re ...