Tokyo in recupero, male i listini cinesi

A
A
A
di Luca Spoldi 22 Febbraio 2013 | 09:58

Il recupero dello yen e il calo dell'appetito per il rischio fanno scattare qualche vendita sui listini asiatici. Tokyo recupera terreno nonostante tutto, mentre chiudono in rosso Hong Kong e Shanghai

LISTINI ASIATICI IN ORDINE SPARSO – Ultima seduta della settimana altalenante sui listini asiatici: se Tokyo recupera lo 0,68% con l’indice Nikkei225 a 11.385,94 yen, Hong Kong cede lo 0,54% e Shanghai lo 0,51%, con gli investitori che sembrano avere un minore appetito per il rischio in attesa dell’esito delle elezioni italiane e dell’annuncio circa i rimborsi anticipati della seconda Ltro varata dalla Bce, nel febbraio dello scorso anno.

GLI ESPORTATORI GIAPPONESI SOFFRONO IL RECUPERO DELLO YEN – Tra le blue chip giapponesi si mettono comunque in luce Comsys, Uny, Tokuyama, Tosoh e Yamaha, tutte in rialzo di oltre 4 punti a testa; male invece Citizen Holdings, Alps Electric, Kansai Electric Power, Pioneer, Sony, Asahi Glass e Sharp, che pagano il recupero dello yen contro dollaro ed euro.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Pechino promette un recupero per lo yuan e le Borse asiatiche riprendono fiato

Tokyo risale sui massimi dall’aprile 2010

NEWSLETTER
Iscriviti
X