Anche i Caraibi sono a rischio default

A
A
A
di Luca Spoldi 28 Maggio 2013 | 12:58

Un "insostenibile" mix di debito e deficit, unito a una crescita troppo modesta, minaccia di far finire in default Giamaica e Belize entro la fine dell'anno secondo l'agenzia Moody's


C'ERA UNA VOLTA UN PARADISO: I CARAIBI – La crisi del debito sovrano non è mai stata una prerogativa solo europea: mentre gli investitori di tutto il mondo hanno ancora gli occhi puntati sulla sponda Sud dell’Europa, dopo il default “tecnico” della Grecia e di Cipro di questi ultimi due anni, dall’altra parte del mondo si prepara una nuova tempesta che questa volta riguarda i Caraibi. Secondo Bloomberg che cita un report di Moody’s, infatti, la ristrutturazione di tre bond per un totale di 9,7 miliardi di dollari non è finora servita a far ripartire la crescita economica, tanto che la regione potrebbe non riuscire ad evitare ulteriori default. In particolare Belize e Giamaica, che a inizio anno hanno ristrutturato bond per complessivi 9,5 miliardi di dollari (per la seconda volta dal 2006) fronteggiano una “elevata probabilità” di dover nuovamente ricorrere a un default secondo l’agenzia, dato un mix “insostenibile” di debito e deficit in assenza di crescita sufficientemente elevata (solo le Bahamas dovrebbero vedere crescere il Pil più dell’1,5% a fine 2013 aveva già sottolineato Moody’s in un report precedente).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti