Mps: joint venture tra Cerved e Quaestio per rilevare Juliet

A
A
A
di Luca Spoldi 5 Luglio 2017 | 13:20

CERVED CON QUAESTIO PER JULIET – Cerved in rialzo di circa l’1,4% a 9,585 a Piazza Affari con oltre 96 mila titoli scambiati, dopo la notizia che la società ha perfezionato un accordo con Quaestio Holding (cui fanno indirettamente capo i fondi Atlante e Atlante 2) per lo sviluppo di una partnership industriale focalizzata sulle attività di “special servicing”. Le due società avanzeranno un’offerta congiunta della piattaforma di servicing “Juliet” facente capo a Mps, come del resto previsto nel piano di ristrutturazione 2017-2020.

TRATTATIVE NELLA FASE FINALE – Juliet gestisce già da alcuni anni il portafoglio di crediti deteriorati di Mps e grazie all’intervento di Cerved-Quaestio sarebbe ulteriormente potenziata. I due gruppi potrebbero infatti apportare un significativo know how sviluppato nel settore dei crediti deteriorati. La trattativa con Mps, partita a febbraio con l’intenzione di arrivare alla definizione di un accordo entro quattro mesi, dovrebbe essere ormai prossime alla conclusione.

ESTESO ACCORDO CON BHW – Da ricordare anche che a fine giugno Cerved Credit Management aveva esteso una partnership industriale con BHW per la gestione dei crediti deteriorati anche ad attività amministrative e di supporto sul portafoglio di crediti “in bonis”, “sub performing” e n”on performing”, notizia giudicata positiva ma di impatto quantitativo limitato, dato che da essa ci si attende solo un milione di euro di fatturato aggiuntivo.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Ftse Mib: il rialzo non si è ancora esaurito. Cinque azioni sottola lente

Cerved supera di slancio la resistenza statica di medio termine

Cerved al test di un’importante resistenza statica di medio termine

NEWSLETTER
Iscriviti
X