Private equity: in Italia a muovere il mercato sono 3 operatori

A
A
A
di Luca Spoldi 27 Marzo 2018 | 10:28

Private equity in mano a pochi soggetti

Il private equity in Italia ha un nome e un cognome, anzi tre: secondo i dati mostrati da Aifi, nel 2017 su 5,03 miliardi di euro di raccolta complessiva dei fondi di private equity e venture capital italiana (rispetto agli 1,3 miliardi del 2016), ben 4,11 miliardi, ossia quasi l’82%, sono stati raccolti da solo tre grandi investitori istituzionali: F2i Sgr, QuattroR Sgr e Fondo Italiano d’Investimento Sgr.

Rendimento degli investimenti in calo

Agli altri investitori privati sono andate le briciole, con una raccolta di 920 milioni, in calo del 29% rispetto ai poco meno di 1,3 miliardi raccolti nel 2016. Sul fronte della nazionalità, gli italiani hanno pesato per il 72%, mentre gli investitori esteri non sono andati oltre il 28%. Questo nonostante il rendimento di un investimento in capitale di rischio di società italiane non quotate sia ancora piuttosto generoso: Kpmg ha calcolato per Aifi un Irr lordo medio del 12,5% nel 2017, peraltro in calo dal 14,5% medio del 2016 (il picco era stato registrato nel 2014 con un 19,7% medio).

Meno investimenti, più disinvestimenti

Nel frattempo frenano i nuovi investimenti, effettuati in 250 società per 4,938 miliardi di euro (il 40% in meno dagli 8,191 miliardi investiti in 245 società nel 2016), mentre cresce il numero di operazioni di disinvestimento, salito lo scorso anno a 202 (il massimo storico), per un controvalore, calcolato al costo di acquisto delle partecipazioni, di 3,752 miliardi di euro.

Si torna a guardare alle startup

Calano invece i write-off (le svalutazioni parziali o totali degli investimenti effettuati), che toccano un nuovo minimo storico scendendo al 6% del totale degli investimenti, forse anche perché torna a cambiare il mix di operazioni varate, che riguardano meno la fase di crescita (-33% in volume, -52% in termini di capitali) mentre tornano a crescere per la fase di “early stage”, ossia di avviamento di nuove startup (+4% in volume, +29% in termini di capitali).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mediaset e F2i danno il via al risiko delle torri italiane

F2i sale in Gesac

Nonostante Trump il solare continua a piacere a Enel

NEWSLETTER
Iscriviti
X