Sarà Angelona a dire l’ultima parola sull’aumento Unicredit?

A
A
A
di Gianluca Baldini 21 Novembre 2016 | 10:20

Il Monte dei Paschi dovrebbe chiedere al mercato un aumento pari ad almeno sei volte la sua capitalizzazione. Difficile davvero riuscire a garantirlo. E infatti le difficoltà si vedono. Unicredit, invece, si accontenta di una volta e mezzo la sua capitalizzazione: 10 miliardi il valore di Borsa, 15 quelli che verranno chiesti al mercato. Anche in questo caso garantire il capitale non sarà facile, anche se sempre meno che per la banca senese. I soci storici della banca di piazza Gae Aulenti faranno un sacco di fatica a infilarsi le mani in tasca per tirare fuori i denari richiesti da Mustier. Così, come per MPS, si guarda ai fondi arabi, una specie di lampada di Aladino che può soddisfare tutti i desideri. Ma la realtà è un altra. Tra i tanti soci forti, Unicredit ne ha uno particolarmente forte: Allianz. La compagnia assicurativa tedesca è presente nel capitale della banca sia direttamente che attraverso le gestioni dei  suoi fondi. Il colosso bavarese  è un po’ il rappresentante tedesco dentro la banca, che sopratutto dopo la fusione con HVBBankAustria ha una grande parte dei suoi attivi e dei suoi dipendenti in aree di lingua tedesca. Non è che alla fine l’ultima parola sull’aumento di Unicredit vorrà dirla la solita Angelona Merkel?

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X