Assicurazioni, cosa prevede il Def. Generali ben impostata per ripartire a Piazza Affari

A
A
A
di Finanza Operativa 18 Ottobre 2018 | 09:30

La modifica degli acconti sulle imposte sui premi e gli interventi sulle tariffe RC auto elaborate nel DEF prevedono una serie di importanti cambiamenti per le compagnie assicurative italiane. A cominciare da una rimodulazione degli acconti dell’imposta sui premi con un innalzamento delle percentuali di acconto da applicare in sede di versamento. Non sembrano invece esserci modifiche all’aliquota impositiva che, si ricorda, resta a carico di clienti.

La nuova misura adottata dal governo non ha effetto economico ma esclusivamente finanziario dovuto a un’anticipo degli importi “cash”. Tuttavia, gli allegati alla manovra prevedono anche l’impossibilità di differenziare le tariffe su base geografica, uniformando così il premio a livello nazionale. E l’abolizione della differenziazione geografica comporterebbe un aumento delle tariffe nelle province migliori dal punto di vista della sinistralità e una diminuzione nelle peggiori con un allineamento verso la tariffa media applicata a livello nazionale. La misura impedirebbe perciò di collegare il premio alla reale rischiosità del guidatore ma, a seguito del rinnovo di tutto il portafoglio polizze, avrebbe un effetto, a detta degli analisti di Equita, “neutro” sull’ammontare dei premi incassato dalle compagnie.

In questo scenario, dal punto di vista dell’analisi tecnica, tra le compagnie assicurative inserite nell’indice Ftse Mib, (in base alle valutazioni degli analisti di FinanzaOperativa.com) al momento sembra ben impostata Generali. Il titolo ha infatti confermato di recente la tenuta del supporto statico posto a ridosso dei 14 euro tentando poi di rimbalzare. Operativamente il primo target, una volta eventualmente superato la resistenza statica di breve termine a quota 14,50, è individuabile in area 15/15,15 e poi a quota 15,50, top di fine settembre. Attenzione però: è essenziale posizionare uno stop loss a quota 14.

Negli ultimi 12 mesi Generali ha perso circa lo 0,9% a Piazza Affari. Ma alla quotazione attuale il titolo vanta un rendimento del dividendo pari al 5,90 per cento.

Da segnalare poi che Leonardo Del Vecchio ha aumentato dello 0,04% la sua quota nella compagnia assicurativa acquistando in diverse operazioni, attraverso Delfin, 670.000 titoli a un prezzo medio di 14,2337 euro, secondo quanto emerge da un internal dealing. Il 7-8 novembre a Monaco saranno presentati i numeri e la strategia del gruppo ai membri del Cda.    G.R.

Indice Ftse Italia Assicurazioni (linea nera) vs Generali (linea fucsia) – Fonte: Borsa Italiana

 
 
 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti