Short su Bund e Long su Fca: le strategie di Vontobel Certificati

A
A
A
Avatar di Max Malandra 27 Maggio 2019 | 15:15

A cura di Vontobel Certificati

Traders: Riccardo Designori vs Eugenio Sartorelli
Moderatori: Alessio Trappolini vs Alex Soldati

Eugenio Sartorelli (Squadra Azzurra) commenta come le europee non siano state un grande market mover perché digerivano un esito di sostanziale parità e al tempo stesso per la chiusura straordinaria dei mercati americani, che ha impedito ai grandi fondi statunitensi di operare. Il trader sceglie di operare sul mercato obbligazionario tedesco: il rendimento dei titoli di stato a 10 anni al momento batte un irrealistico 11% e si trova ancora in fase ascendente con un’inflazione invece che si assesta solo all’1,6%. Il trader crede che una parte di questo aumento si sia registrato in precedenza alle elezioni per la possibilità che i partiti anti-euro potessero vincere: non essendo accaduto, il Bund a 10 anni potrebbe vedere uno storno del prezzo. La trade quindi è uno Short sul Future a giugno del Bund a 10 anni, con ingresso a 167,09; Target a 166,87 e Stop Loss a 167,27.

SOTTOSTANTE SEGNALE OBIETTIVO STOP LOSS PRODOTTO
Bund Short a 167,09 166,87 167,27 DE000VN9BLH8

Riccardo Designori (Squadra Gialla) commenta come la reazione del mercato alle elezioni sia stata positiva ma modesta, mentre il grande market mover della giornata sia la proposta di fusione alla pari tra i due colossi del settore automotive europeo FCA e Renault. Il trader sceglie quindi di operare su FCA che ha aperto con un ampio gap rialzista ma ha subito ritracciato e quindi ha ampi margini per un nuovo rialzo. La posizione è Long, con ingresso a 12,64; Target a 13,04 e Stop Loss a 12,14.

SOTTOSTANTE SEGNALE OBIETTIVO STOP LOSS PRODOTTO
FCA Long a 12,64 13,04 12,14 DE000VF3GR91

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, l’analisi ciclica settimanale di Eugenio Sartorelli (Siat)

Titoli di Stato ancora una componente chiave nell’asset allocation obbligazionaria

Bond: le differenze nelle curve dei rendimenti Usa ed europee

NEWSLETTER
Iscriviti
X