Il Franco svizzero torna a rafforzarsi nel cambio contro euro

A
A
A
Avatar di Gianluigi Raimondi 19 Ottobre 2020 | 10:30

Segnali si rinnovata per il Franco svizzero rispetto all’euro. La conferma della violazione in area 1,075 del supporto dinamico ascendente che dalla seconda metà di maggio sosteneva il recupero dei corsi e il contestuale incrociato al ribasso delle medie mobili a 21 e 50 sedute ha infatti spinto il cross tra la moneta unica e la divisa elvetica, ovvero l’Eur/Chf, fino al test del supporto statico in zona 1,070. Un sostegno che potrebbe essere presto violato, visto che gli indicatori tecnici non sono ancora in territorio di ipervenduto e che il Franco è un bene rifugio (caratteristica nuovamente ricercata dagliinvestitori in questa fase).

I prossimi target tecnici dell’Eur/Chf

Dal punto di vista operativo, previa l’eventuale conferma della violazione del suddetto livello di supporto a 1,070, al ribasso primo target è individuabile in area 1,065 e il successivo a quota 1,060. Per contro, nel caso in cui si dovesse assistere a un ritorno sopra quota quota 1,075, si profilerebbe una nuova ascesa dei corsi con primi obiettivi in zona 1,080/1,085.                      G.R.

Il trend del cross Eur/Chf nel medio termine

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, per il Ftse Mib è ora cruciale la tenuta dei 24.000 punti

Fib al test del supporto di medio termine. Dax ed Euro Stoxx in stand-by

Borse internazionali: il punto tecnico settimanale

NEWSLETTER
Iscriviti
X