Mps, pronto l’accordo con Atlante 2 per la cessione di Npl

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi28 giugno 2017 | 09:40

MPS E ATLANTE 2 A UN PASSO DALL’INTESA – Sempre più vicina l’intesa tra Mps e il fondo Atlante 2 per la cessione della quota mezzanine e junior nell’ambito della cartolarizzazione da 26 miliardi di euro lordi dei crediti deteriorati (Npl) dell’istituto senese. Operazione che secondo alcune fonti informate dei fatti è ormai alle battute finali, essendo stato già raggiunto un accordo di massima anche se restano alcuni dettagli da definire prima dell’annuncio ufficiale.

26 MILIARDI LORDI DI NPL CEDUTI AL 21% – La chiusura delle trattative era del resto stata anticipato dal vice direttore generale di Banca d’Italia, Fabio Panetta, e visto che oggi, 28 giugno, scade il termine dell’esclusiva assegnata da Mps ad Atlante è possibile che un annuncio giunga già entro la fine della giornata o al più tardi domani. La cessione dovrebbe avvenie nel complesso ad un valore pari al 21% del valore lordo di libro, per complessivi 5,5 miliardi circa.

SI CERCA DI LIMARE GLI ULTIMI DETTAGLI – La tranche senior, meno rischiosa, verrebbe coperta per poco più di 3 miliardi netti dalle Gacs (le garanzie statali, ndr), mentre circa 500 milioni netti resterebbero in capo alla stessa Mps. I restanti 1,7-1,8 miliardi netti circa sarebbero rappresentati per poco più di un miliardo dalla tranche mezzanine e per circa 700 milioni dalla tranche junior, entrambe rilevate da Atlante 2 (che in cassa non dovrebbe avere oltre 1,65 miliardi, ma a questo punto la differenza, minima, non dovrebbe essere d’ostacolo, visto la posta in gioco).


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Mps: 5.500 esuberi e 600 filiali da chiudere

Bper Banca porta a termine acquisizione Nuova CariFe

Atlante 2 rileva Npl di CariFe, resta in piedi operazione con Mps

Ti può anche interessare

Due nuovi bond da Collezione

Sbarcano sul mercato MOT (Borsa Italiana) e EuroTLX due nuove Obbligazioni Collezione emesse da Banc ...

Italia, Istat: poca crescita ma sopra le stime

Nuove notizie sul fronte economico italiano. Nel 2019 il Pil è previsto crescere dello 0,3% in term ...

Il gestore che non teme il populismo (ma altro) in Italia

Il vero tema è quello della confusione politica italiana. Cosa bisogna aspettarsi? ...