Finale di settimana positivo per le borse asiatiche

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi 7 Agosto 2015 | 10:35
Chiusure in rialzo per i listini cinesi, ma anche per Hong Kong e Tokyo che così continua a veder salire il Nikkei225. Lo scenario macro resta tuttavia incerto, anche in Giappone

ASIA IN RECUPERO – Tokyo chiude la prima settimana di agosto con un ulteriore rialzo (+0,29%) che riporta il Nikkei225 oltre i 20.724 yen, con un modesto guadagno anche a livello di ottava (+0,62%), aiutato dal nuovo rimbalzo dei mercati cinesi di Shanghai (+2,26%) e Shenzen (+3%), che portano anche Hong Kong a recuperare terreno (+0,87%).

SCENARIO MACRO GIAPPONESE RESTA INCERTO – A condizionare le performance del mercato giapponese, oltre alla cronaca dei mercati, è tuttavia lo scenario macroeconomico che resta incerto, dopo anni di tentativi di rianimazione di una crescita anemica da parte del governo giapponese. Sullo scenario pesano anche gli alti e bassi causati dai graduali rialzi delle imposte. Se nel 2014 il rialzo dell’Iva aveva portato ad un mini rally dei consumi prima che la misura entrasse in vigore, il prossimo rialzo è previsto solo per il 2017 ma secondo alcuni analisti i primi segni di un anticipo di investimenti si starebbero già notando ad esempio nel mercato immobiliare.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

AcomeA SGR: “Come investire sui mercati emergenti”

Coronavirus, non dimentichiamo le opportunità dei mercati emergenti

Pictet AM, un anno più robusto per i mercati emergenti

Mercati emergenti, Societe Generale: nuovi certificati Cash Collect Plus+

Comgest: “Giappone, un mercato pieno di opportunità ma incompreso”

Obbligazionario emergente, un’alternativa per diversificare il portafoglio

Pictet AM: “I Paesi dell’Europa centrale si dimostrano resilienti”

Candriam: venti di supporto per i Mercati Emergenti

Investimenti, i danni dei dazi

GAM Investments, Mercati Emergenti: “Non chiamateli immaturi”

Cina, la regina dei mercati emergenti

Jupiter AM: “Il tesoro nascosto dei mercati emergenti”

Mercati emergenti, cavallo vincente del 2019?

UBP: mercati emergenti, chi vince e chi perde nel 2019

Asset allocation, una nuova scommessa sugli emergenti

Cambiano gli emergenti nel portafoglio

Ubs: puntare sui mercati asiatici, ma in modo selettivo

Rimosso Yao Gang, il re delle Ipo cinesi: era corrotto

Cina, prima condanna per manipolazione dei mercati tramite lo speed trading

State Street: rendimenti sui T-bond e dollaro visti in calo dopo ultima mossa Fed

Qatar isolato dopo attentato londinese

Seul testa sistema di pagamento digitale per polizze sanitarie

S&P Global Ratings: la volatilità è destinata a rimenere alta sugli emergenti

Scandalo 1MDB, le autorità di Singapore fanno scattare le prime sospensioni

6 titoli asiatici ad alto dividendo che piacciono a Barron’s

Yuan in recupero sul dollaro, borse asiatiche emergenti positive

Per Rabobank la Cina resterà fonte di preoccupazioni

Asia: nel 2017 ci si attende un aumento dei fallimenti

Source: il 2017 sarà positivo ma volatile, occhio a bond emergenti e dollaro

Lira turca al tappeto, Erdogan vuole tassi bassi il mercato si attende un rialzo

Petrolio troppo a buon mercato, l’Arabia Saudita deve emettere bond

Cina: è tempo di raffreddare la bolla immobiliare?

Cina: il Pil sale del 6,7% nel terzo trimestre

Ti può anche interessare

WisdomTree completa l’integrazione di ETF Securities

WisdomTree, emittente di exchange-traded fund (“ETF”) ed exchange-traded product (“ ...

Candriam e Rothschild & Co. AM, accordo sugli alternativi

CANDRIAM e Rothschild & Co Asset Management Europe hanno sottoscritto un accordo finalizzato al ...

Fisco, la Svizzera spoglia i correntisti

Faro fiscale su clienti ed ex clienti di Credit Suisse in Svizzera. Come riporta Il Sole 24 Ore, inf ...

NEWSLETTER
Iscriviti
X