Fisco, black monday per le partite Iva

A
A
A
Avatar di Redazione 18 Novembre 2019 | 11:48

Inizio di settimana amaro per le partite Iva. Come ricorda l’agenzia Teleborsa, il 18 novembre è stato un lunedì nero tra versamento dell’Iva e delle ritenute Irpef dei dipendenti e dei collaboratori. L’Ufficio studi della CGIA stima che le imprese hanno pagato al fisco 26,9 miliardi di euro. E, oltre a questo importo, tutte le aziende dovranno versare i contributi previdenziali dei propri dipendenti ed eventuali collaboratori. Gli artigiani, i commercianti e i lavoratori autonomi, inoltre, verseranno all’Inps anche i propri.

Il Segretario della CGIA Renato Mason sottolinea che in base ai dati della Banca Mondiale la pressione fiscale in Italia ammonta al 59,1% dei profitti commerciali, contro una media presente nell’area dell’euro del 42,8%. Ma in ogni caso “la fedeltà fiscale delle nostre imprese rimane comunque molto elevata”. E che succede se qualcuno non rispetta la scadenza di pagamento prevista per oggi? L’ordinamento tributario, ricorda l’Ufficio studi della CGIA, impone al contribuente una sanzione dell’1% dell’importo da versare al fisco per ogni giorno di ritardo entro il 15esimo dalla scadenza. La percentuale sale al 15% se il pagamento viene effettuato entro il 90esimo giorno dalla scadenza. Per omesso pagamento o per versamento effettuato dopo 90 giorni dal termine previsto per legge, la sanzione sale al 30% dell’importo da versare all’erario. Le sanzioni possono essere fortemente ridimensionate usufruendo dell’istituto del “ravvedimento operoso”. Le riduzioni, però, diminuiscono con il passare del tempo di pagamento.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Investimenti, Usa e tassazione delle aziende: il possibile impatto a Wall St.

Tasse, in Svizzera anche il Canton Ticino accetterà pagamenti in Bitcoin

Patrimoniale, luce verde dal Fmi

NEWSLETTER
Iscriviti
X