Renminbi, seconda valute più utilizzata per i pagamenti tra Malesia e Cina/Hong Kong

A
A
A
di Finanza Operativa 2 Marzo 2016 | 13:00

Secondo le più recenti rilevazioni di SWIFT, l’utilizzo del rembimbi (RMB) nei pagamenti tra Malesia e Cina/Hong Kong ha registrato un incremento del 68% negli ultimi 12 mesi e del 214% negli ultimi 3 anni. Da gennaio 2013, la valuta cinese è passata dalla terza alla seconda posizione della classifica delle valute più utilizzate per i pagamenti in valore, superando il Ringitt malese.

“Nonostante la volatilità e il rallentamento economico in Cina, i mercati del Sud Est Asiatico come Singapore, Tailandia e Malesia hanno migliorato le funzionalità per l’utilizzo del RMB, tra cui la creazione di centri di clearing dedicati. Questa crescita riflette inoltre le importanti relazioni commerciali tra il Sud Est Asiatico e la Cina, che continua a essere fondamentale per l’area” – afferma Michael Moon, Head of Payments, Asia-Pacific di SWIFT.

In generale, a gennaio 2016, il RMB si conferma la quinta valuta più utilizzata per i pagamenti globali (in valore), con una quota pari al 2.45%, in leggera crescita rispetto al 2.31% di dicembre 2015. La quota di attività è cresciuta rispetto al mese precedente, nonostante i pagamenti in RMB siano diminuiti del 5,7% in valore, a fronte di una flessione del 11,2%, a livello globale e nello stesso periodo di tutte le valute.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X