“Tom” Trichet & “Jerry” Bernanke

A
A
A
di Redazione 6 Giugno 2008 | 08:44
Prosegue l’andamento asimmetrico tra le Borse europee e la piazza di Wall Street. Se in Europa prevale l’incertezza generata dall’aumento dell’inflazione, negli Usa calano i disoccupati e si riprendono i bancari. A Milano, bene Azimut che brilla con un progresso di oltre due punti percentuali.

Il presidente della BCE ha comunicato la possibilità di un aumento dei tassi, in un momento in cui gli investitori e le banche europee stanno ancora facendo la conta dei danni.
 

Se la FED smantella, la BCE costruisce. La percezione è che si vada verso due strategie completamente differenti, fornendo al mercato la possibilità di speculare sui mercati.
 

Chiusura di seduta positiva per il BlueIndex che segna una performance del +1,10%, in un giorno in cui le prese di posizione sono state decise e mirate.

L’attenzione maggiore del mercato è stata rivolta alle parole del presidente della BCE, Jean Claude Trichet (nella foto), che nella conferenza stampa  di ieri ha comunicato della possibilità di un rialzo, nel mese di luglio, del costo del denaro, per compensare ad un aumento dell’inflazione.
 

Le borse europee hanno reagito in maniera negativa alle parole del banchiere centrale, spingendo la maggioranza dei listini del vecchio continente in area negativa. Tengono invece i mercati svizzero ed italiano, che hanno chiuso la giornata in territorio positivo.
 

La sensazione che si ha è che in un momento di incertezza, un possibile aumento dei tassi, potrebbe portare nelle istituzioni finanziare europee ancora possibili crisi del credito, anche se l’inflazione corre, una manovra del genere comporterebbe un ulteriore incremento del rischio crediti.
 

Tra i titoli più acquistati, infatti, compaiono quelli neutri ad un possibile aumento dei tassi, esempio UBS, che ha chiuso la seduta a +4,20% seguito dai titoli americani American Express +3,92%, Goldman Sachs +2,62%, Morgan Stanley 2,84% e con i titoli bancari di Wall Street che hanno comunque chiuso in area positiva.
 

Tra i titoli peggiori in evidenza, Credit Agricole, che ha chiuso a -8,03%, dopo che la banca ha esposto la strategia che andrà ad adottare  per l’aumento di capitale di circa 6 miliardi di euro.

 

Societa’ Listino di Riferimento Prezzo Valuta Var%
Allianz Deutsche borse (xetra) 118,33 EUR +0,37%
American Express Nyse 47,43 USD +3,92%
Anima Borsa Italiana 1,85 EUR -0,64%
Axa Euronext 21,705 USD +0,25%
Azimut Borsa Italiana 6,605 EUR +2,55%
Banca Generali Borsa Italiana 5,325 EUR +0,59%
Bank of NY Mellon Nyse 42,91 USD +3,52%
Barclays Lse 28,95 USD +5,46%
BlackRock Nyse 223,52 USD +3,46%
BNP BNP 63,105 EUR -1,19%
Citigroup Inc Nyse 21,22 USD +0,66%
Credit Agricole Euronext 15,34 EUR -8,03%
Credit Suisse Group Swiss Market Exchange 52,1 CHF +0,58%
Deutsche Bank Deutsche borse (xetra) 66,5 EUR +0,56%
Dexia Euronext 14,64 EUR +0,13%
Fortis Euronext 15,59 EUR +0,97%
FT Inv. Nyse 105,52 USD +3,32%
Goldman Sachs Nyse 176,6 USD +2,61%
Henderson Lse 124,75 GBp -0,59%
HSBC Investments Lse 859,5 GBp +0,05%
ING Euronext 24,195 EUR +0,51%
IntesaSanpaolo Borsa Italiana 4,0525 EUR -1,83%
Invesco Nyse 28,8 USD +3,85%
Janus Capital Group Nyse 30,38 USD +3,08%
Jp Morgan Nyse 42,1 USD +1,12%
Julius Baer Swiss Market Exchange 78,4 CHF -0,13%
Legg Mason Nyse 54,51 USD +2,44%
Man Group Lse 617 GBp -1,43%
Mediobanca Borsa Italiana 12,01 EUR +2,83%
Mediolanum Borsa Italiana 3,5125 EUR -0,61%
Morgan Stanley Nyse 44,59 USD +2,83%
Montepaschi Siena Borsa Italiana 1,919 EUR -0,57%
Natixis Euronext 9,38 EUR +0,10%
Nordea bank Omxnordicexchange 93,4 SEK -0,10%
Raiffeisen Wiener Borse 92,5 EUR -0,08%
Schroders Lse 1038 GBp +0,19%
Skandia (Old Mutual) Lse 117,3 GBp -0,50%
State Street Nyse 71,16 USD +0,46%
Ubs Swiss Market Exchange 26,3 CHF +4,2%
Unicredit Borsa Italiana 4,325 EUR -0,76%

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Le tre variabili per la Germania

Asset allocation, obbligazioni: le differenze che occorre considerare

Mercati: fin che la barca va…

NEWSLETTER
Iscriviti
X