Asset allocation: il settore energy torna sul podio

A
A
A
di Gianluigi Raimondi 22 Giugno 2021 | 11:31

Sorpresa: da inizio anno non è l’hi-tech, l’e-commerce o pharma il settore che ha meglio performato fino a questo momento, bensì il comparto dell’energia. Un settore, certo legato all’old economy ma anche alle new in scia alle tematiche green sostenute dai vari governi ed emittenti di prodotti finanziari a livello orami globale.

E’ quanto emerge dall’analisi degli analisti di Chart of The Day che hanno confrontato il rendimento totale corretto per l’inflazione per gli 11 principali settori del mercato azionario secondo i criteri della Global Industry Classification Standard (GICS).

Attenzione però: dal 2010 al 2020, secondo gli stessi criteri, il settore energy è stato l’unico però oltre a quello dei beni di prima necessità a registrare una performance borsistica negativa.

Gli 11 settori del mercato azionario sono tecnologia, sanità, finanza, beni voluttuari, servizi di comunicazione, industria, beni di prima necessità, energia, servizi pubblici, immobili e materiali.

Qual è il più grande settore di Borsa? Sulla base della capitalizzazione di mercato, il più grande settore del mercato azionario è la tecnologia.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Raccomandazioni di Borsa: i Buy di oggi da Atlantia a Tamburi

Asset allocation, settori: ecco vincitori e vinti da inizio 2021

Etf, ecco il portafoglio tematico con un rialzo del +72%

NEWSLETTER
Iscriviti
X