Mercati: Fib e Dax al test delle medie mobili. Euro Stoxx 50 un passo avanti

A
A
A
di Gianluigi Raimondi 23 Luglio 2021 | 08:05

Avanti piano, ma avanti. Il Fib, il future sull’indice Ftse Mib con scadenza settembre, sta disegnando un movimento a “V” che potrebbe riportare in tempi relativamente rapidi il derivato oltre la resistenza statica dei 25.500 punti. Questo movimento necessita però di una conferma: l’incrocio al rialzo dei corsi con le medie mobili a 21 e 50 sedute al momento coincidenti a quota 25.000. Per contro, l’eventuale violazione del suppoorto di breve a 24.500 potrebbe innescare una nuova discesa verso 24.000 prima e 23.500 in seguito.

Il movimento a “V” Dax future con scadenza settembre descritto nel precedente articolo di questa rubrica è arrivato a testarte le medie mobile a 21 e 50 sedute al momento coincidenti a quota 15.535. E solo oltre questo ostacolo oltre i corsi potrebbero proseguire nel recupero dopo il minimo a 15.030 dello scorso 16 luglio con obiettivi, nel caso a 15.700 prima e poi sul top storico a 15.800 punti. Sotto il supporto a 15.290 punti, per contro, target a quota 15.000 prima e in area 14.850/800 poi.

Sembra invece un passo avanti il future sull’EuroStoxx 50 (sempre con scadenza settembre) che è già riuscito a incrociare al rialzo le coincidenti medie mobili a 21 e 450 giorni a quota 4.050. Operativamente, di conseguenza, il recupero appare più agevolato rispetto al Dax. E in quest’ottica, al rialzo, i prossimi obiettivi dei corsi sono individuabili a 4.100 prima e sul top a 4.155 poi. Sotto la soglia dei 4.000 punti, obiettivi invece a 3.900 in prima battuta e poi in zona 3.830/820.

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati: movimento a V per Fib, Dax ed Euro Stoxx 50 future

Forex: dollaro in cerca di conferme

Mercati: il punto tecnico settimanale su indici, valute e commodity di Sartorelli

NEWSLETTER
Iscriviti
X