Azioni Star: Falck Renewables accelera negli investimenti. L’analisi

A
A
A
di Redazione 24 Settembre 2021 | 13:01

Nel primo semestre 2021 Falck Renewables consuntiva un fatturato consolidato in progresso del 20% a 234,2 milioni, sostenuto dell’incremento dei prezzi di cessione dell’energia elettrica, mentre diminuisce la marginalità al 43% dal 54,4% del pari periodo 2020 e l’utile netto a 11,6 milioni (-46%). Particolare impulso è stato dato all’incremento del parco impianti con ingenti investimenti (97,7 milioni), e allo sviluppo del business. Per l’intero 2021, la società conferma la guidance che prevede un Ebitda tra 192-202 milioni e un utile netto pari al 16%-17% dell’Ebitda, mentre fissa la capacità installata o in costruzione tra 1.400 e 1.450 MW.Ecco di seguito l’analisi fondamentale di Falck Renewables elaborata dagli analisti di Market Insight.

        1. Modello di Business
        2. Ultimi Avvenimenti
        3. Conto Economico
        4. Breakdown Ricavi
        5. Stato Patrimoniale
        6. Ratio
        7. Outlook
        8. Borsa 

Modello di business

L’attività del gruppo Falck Renewables è concentrata nel settore della produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili tramite impianti eolici, fotovoltaici, WtE e a biomasse. Offre consulenza tecnica per l’energia rinnovabile e nella gestione di asset di terzi fornendo servizi a clienti per una capacità installata complessiva di circa 3.800 MW. Inoltre, fornisce servizi altamente specializzati di energy management e downstream sia a produttori di energia sia a consumatori.

Il gruppo, che a fine giugno 2021 presenta una capacità installata pari a circa 1.282,9 MW (1.158,8 MW a fine 2020), opera essenzialmente in Italia, Regno Unito, Stati Uniti, Spagna, Francia, Norvegia, Svezia e Paesi Bassi.

Ultimi avvenimenti

Nella seconda metà di luglio Falck Renewables ha perfezionato l’acquisto del 60% di SAET, azienda padovana attiva nella progettazione e costruzione di sistemi elettrici di Alta Tensione e nella realizzazione di impianti di Energy Storage, a un prezzo di circa 5,5 milioni che verrà finanziato interamente con risorse proprie. La struttura della transazione prevede, inoltre, la possibilità di acquisire il rimanente 40% di SAET entro quattro anni.

Sempre in luglio la società ha stretto una partnership con Ørsted e BlueFloat Energy per partecipare alla prossima asta “ScotWind” di Crown Estate Scotland, per l’assegnazione di contratti di locazione del fondale marino per lo sviluppo di impianti eolici flottanti su larga scala. Le tre aziende considerano l’asta un passo cruciale nel piano del governo scozzese per fornire fino a 11 GW di capacità eolica offshore entro il 2030 e sono convinte che l’eolico offshore flottante sarà fondamentale per raggiungere gli obiettivi net zero nel Paese.

A fine giungo è entrato in esercizio il parco eolico di Brattmyrliden da 74,1 MW in Svezia, che potrà generare fino a 263,5 GWh di elettricità all’anno. L’impianto è titolare di un Corporate Power Purchase Agreement (PPA) Virtuale di 10 anni siglato con Ball Corporation nel luglio 2020, che copre circa il 70% dell’elettricità prodotta dal parco eolico. La multinazionale è attiva nella fornitura di imballaggi in alluminio.

Risale invece a maggio la firma di due Corporate PPA decennali, con Solvay e Ferrero con l’obiettivo di integrare in situ la produzione elettrica rinnovabile e l’attività agricola. L’accordo con Solvay riguarda circa il 70% dell’elettricità che verrà prodotta da un progetto solare attualmente in fase di sviluppo in provincia di Foggia (41,1 MW e produzione annua di circa 70 GWh) che prevede anche un sistema di accumulo di 10 MW/20 MWh. L’accordo con Ferrero, invece, riguarda due progetti fotovoltaici in fase di sviluppo nelle province di Ragusa e Trapani (complessivi 17,5 MW e produzione annua fino a 35 GWh).

Infine, ad aprile, Falck Renewables ha acquisito il 100% di Desafio Solar SLU, con un esborso di circa 22 milioni più l’assunzione del debito residuo di progetto. La società è titolare di un impianto solare da 49,9 MW in Spagna, operativo da giugno 2020 e con produzione annuale di elettricità stimata per circa 88,7 GWh. L’impianto è titolare di un PPA che copre circa il 70% dell’energia prodotta.

Clicca qui per continuare a leggere l’analisi su Falck Renewables di Market Insight.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Azioni Aim: prove di recupero per Masi Agricola. L’analisi

Banche: Illimity punta a rafforzarsi nel Distressed Credit. L’analisi

Mercati: Pierrel accelera su produzione ed estero in ottica green

NEWSLETTER
Iscriviti
X