Mercati, sentiment ribassista? Un bene per il futuro dell’azionario

A
A
A
di Gianluigi Raimondi 12 Settembre 2022 | 09:31

Inflazione, tassi in aumento, guerra, pandemia: non c’è molto su cui essere ottimisti. E il sentiment degli investitori sono concorda con questo scenario: meno del 20% è rialzista in questo momento.

Cosa significa, statisticamente, per il mercato azionario? Per rispondere a questa domanda, gli analisti di Chart of The Day hanno elaborato un grafico che presenta sei range di sentiment rialzista rispetto al conseguente guadagno medio dell’S&P 500 nei successivi 12 mesi.

Risultato: il mercato azionario ha registrato risultati migliori dopo un ottimismo relativamente basso. In media.


Il sentiment degli investitori si riferisce alle prospettive medie che gli investitori hanno nei confronti di un particolare mercato o titolo.

Qual è stata la percentuale più alta di Tori “AAII? La percentuale più alta di del sentimento rialzista rilevata da AAII è stata del 75% il 6 gennaio 2000, proprio al culmine della bolla delle dot-com.

Qual è stata la percentuale più bassa? Il 12% del 6 novembre 1990.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti