Ma quanto mi costi?

A
A
A
Denis Masetti di Denis Masetti12 dicembre 2018 | 06:56

Il valore fondamentale della consulenza finanziaria da parte di un professionista non è in discussione, ma il costo della stessa sicuramente lo sarà. Dal prossimo anno infatti i clienti saranno informati in modo trasparente sull’entità
dei costi sostenuti per i vari servizi e tale scoperta potrebbe generare un profondo disagio. La consapevolezza e la valorizzazione dei costi stessi porterà un nuovo elemento negoziale, che i professionisti dovranno gestire con chiarezza e massima trasparenza. Purtroppo il contesto che stanno vivendo è pieno di incertezze e di condizioni sfavorevoli: i mercati sono stati molto volatili, i tassi sono cresciuti e ciò ha svalutato i portafogli obbligazionari, le borse di quasi tutto il mondo hanno subito importanti ribassi e poche aree di investimento si sono salvate nel 2018.
Il prossimo futuro si annuncia ancora più incerto e la relazione con il cliente ne risentirà certamente. Le logiche legate alla gestione attiva, alla diversificazione e al medio lungo periodo dovranno essere motivate e rinnovate con la competenza che i professionisti hanno certamente acquisito. Ciò non toglie che parte della clientela potrebbe non essere soddisfatta e che il trend di disinvestimenti che sempre accompagna i periodi di magra complicherà ancora di più le cose. Senza contare poi che con tassi delle obbligazioni al 3% alcuni clienti potrebbero passare dal gestito all’amministrato, con forte danno per l’industria. Insomma l’anno che verrà porta più incognite che conferme e come spesso succede in contesti controversi il sistema potrebbe incoraggiare nuove formule e modelli distributivi. I costi trasparenti sono una grande e positiva novità, ma per dirla in modo moderno, potrebbero essere molto disruptive.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Consulenza? Sconosciuta. E non si vuole pagarla

Consulenza finanziaria, elogio della liquidità

Sezioniamo la consulenza finanziaria

La check list di buona advice

Consulenza finanziaria in semplicità

Consulenti, accelera la Vigilanza all’OCF

Mifid 2, big a Catania per parlare di educazione e consulenza

Mifid 2, il giorno dopo: all’ITForum big delle reti a confronto

Consulenti, con Mifid 2 cambiano i requisiti di adeguatezza

Amazon rivoluzionerà la consulenza finanziaria

La Mifid 2 diventa legge

Mifid 2 allarga i confini della consulenza, ma si rischia una Babele

Consulenti, la scadenza per iscriversi all’esame

Consulenti: l’Esma rivede i requisiti di adeguatezza

Reti Top, conto alla rovescia per le semestrali

Benvenuti al sud: appuntamenti con i cf Widiba in Campania e Basilicata

Intelligenza artificiale: il consulente bancario rischia di essere sostituito dai chatbot?

Giverso (Anima): “Dall’e-learning ai nuovi spazi: ecco le novità di Accademia Anima”

Professionisti a confronto, Ascosim li convoca per parlare di consulenza

Moneyfarm lancia la prima gestione patrimoniale per tutti

Fidelity, al via il roadshow invernale per incontrare i consulenti

Consulenti, Schroders girerà l’Italia con il Campionato 2017

Private Banking Awards 2016, ecco tutti i vincitori

Azimut in tour, quattro tappe tra Nord e Sud

Sec poco attenta, migliaia di gestori e cf senza controlli

Scm Sim, al via il roadshow ’’Beyond wealth management, life coaching’’

Fineco lancia X-Net, la piattaforma di cyborg-advisory

Betterment raggiunge i 5 miliardi di dollari di gestito

SigFig, altri 40 milioni di dollari nelle tasche del robo-advisor

Guazzugli (Anasf): sull’educazione finanziaria faremo la nostra parte

Consob: “Se il cliente ha cultura finanziaria si affida al consulente”

Marangi (Banca Consulia): “Ecco la nuova piattaforma realizzata con Eri Bancaire”

Consulenza: cresce la trasparenza sui costi, meno quella applicata ai rischi

Ti può anche interessare

È solo un Bollettino, non un dogma di fede

Il dogma dell’infallibilità papale, per chi ci crede, è tale solo quando il successore di San Pi ...

Il professionista immorale

I pericoli della “neutralità etica” per un cf esperto ...

Dalla Brexit alla Brentry

Una volta Carlo d’Inghilterra disse che “gli architetti moderni a Londra hanno fatto più danni ...