Conto chiuso e assegno emesso, quando in torto sono sia il cliente che la banca

A
A
A
di Marco Muffato 18 Marzo 2015 | 13:34

Un lettore fa acquisti con un assegno dopo che il conto corrente è stato chiuso. Sacrosanta la sanzione della Prefettura per emissione di assegno senza autorizzazione. Ma anche la banca ha le sue colpe

Qualche mese fa ho pagato per distrazione un acquisto in una catena di elettrodomestici usando un assegno non più valido perché il conto era stato chiuso da pochi giorni. Ora mi vedo arrivare una sanzione economica dalla Prefettura per aver emesso l'assegno senza autorizzazione. Posso impugnarla?
G.C., Roma

Non c'è modo di contestare la sanzione perché questa è coerente alle norme e anche perché il lettore doveva per forza di cose sapere che il conto era stato estinto. E', invece, possibile contestare alla banca una mancanza al momento della chiusura del rapporto di conto corrente perché avrebbe dovuto esigere la restituzione degli assegni non ancora utilizzati e il cliente, a sua volta, avrebbe dovuto chiedere alla banca l'annullamento degli assegni di cui era ancora in possesso. La sanzione, quindi, va pagata ma il lettore potrà rivalersi sulla banca per il comportamento poco diligente presentando reclamo e in caso di risposta negativa o assente dopo sessanta giorni dalla ricezione potrà rivolgersi all'Arbitro Bancario Finanziario (www.arbitrobancariofinanziario.it).

Sportello Credito, Risparmio & Assicurazioni è una rubrica riservata alle domande dei lettori in materia di investimenti finanziari, servizi bancari e assicurativi. Le domande vanno inoltrate al seguente indirizzo di posta elettronica: [email protected].

Marco Muffato

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banche fallite, il fondo di garanzia non paga il depositante che ha ricevuto interessi troppo alti

Ti hanno lasciato un’eredità? Per saperlo consulta il Registro dei testamenti

La fiscalità di chi opera in strumenti finanziari su un conto titoli all’estero

NEWSLETTER
Iscriviti
X