Niente tasse per chi investe in startup?

A
A
A
Luigi Dell'Olio di Luigi Dell'Olio13 luglio 2018 | 07:38

Non fosse per l’autorevolezza della fonte, finirebbe in archivio come una delle tante proposte che quotidianamente girano sul mercato. E invece Leone Pattofatto, chief strategic equity officer di Cassa Depositi e Prestiti, in occasione di ‘EY Manufacturing Lab, ha indicato la necessità di una ricetta shock per sostenere l’innovazione in Italia, vale a dire “defiscalizzare l’acquisto di start up innovative da parte delle aziende”. Una ricetta, ha sottolineato, che potrebbe risultare “qualcosa che aiuta la crescita per linee esterne di acquisizione di tecnologie innovative”.

Il tema, da tempo dibattuto nel nostro Paese, è quello della carenza di risorse economiche per sostenere chi ha buone idee imprenditoriali e si trova a competere in un mercato in cui le dimensioni diventano sempre più importanti per competere. La fiscalità è una delle leve più forti per convincere gli investitori istituzionali e i clienti del private banking a orientare i propri investimenti, a maggior ragione in una fase come questa caratterizzata dal ritorno della volatilità nelle principali asset class.

Secondo l’esperto, rispetto alle politiche per incentivare la digitalizzazione delle imprese, “è stato fatto molto negli ultimi anni”, con riferimento al supporto alle start up innovative. Quindi ha ricordato il ruolo di Cdp: “Siamo un investitore finanziario e dunque con i nostri interventi , 600 milioni di investimenti per innovazione e venture capital, abbiamo cercato di facilitare questi processi, mettendo dunque capitale a lavorare per aiutare le aziende da una parte a investire in innovazione e poi a crescere, perché soltanto attraverso la crescita si può competere ed essendo più grandi si può investire di più in innovazione e si possono fare anche acquisizioni di realtà esterne e avere un ruolo proattivo nel corporate venture capital”.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Capital Group, un outlook in versione 3×3

Consulenti, la storia della locomotiva blu

ConsulenTia19, gestori in vetrina: Gam

Dividendi, dopo il record del 2018, preparatevi al bis

ConsulenTia19, gestori in vetrina: Fidelity International

Comgest, un 2018 da Oscar

Tutte le opportunità (e i rischi) del private debt

Banca Generali, arriva la top banker dei club deal

ConsulenTia19, gestori in vetrina: Amundi

Foti (Fineco): tre pilastri per vincere la battaglia sui margini

Certificati di investimento: SocGen, 24 nuovi Recovery TOP Bonus

Oggi su BLUERATING NEWS: Fideuram Ispb raccolta e utile, i grandi gestori

ASSET and the CITY: stasera parla M&G Investments

Fondi d’investimento, top e flop del 14/02/19

Fineco e SocGen: stretta di mano nell’asset management

Rendiconti e contributi: io non ci sto!

Oggi su BLUERATING NEWS: reti dominatrici, super raccolta per gli etf

Consulenti, vi raccontiamo tutta la verità sulla crescita Usa…

Consulenti, il futuro delle grandi reti a confronto

Borsa, il voto in Abruzzo rianima il listino

Fineco, top entry in riva al lago

Consulenti, Poste Italiane la vera minaccia

Mediolanum, la consulenza non s’inventa

Fondi d’investimento: Candriam, un fondo sulle innovazioni per l’oncologia

Consulente, intuizioni in punta di penna

Fondi d’investimento: Amundi e Cpr, il primo fondo azionario sull’istruzione

Invesco, l’etf che guarda al real estate

Oggi su BLUERATING NEWS: boom polizze, la svolta tech “umana” di Mediolanum

Deutsche Bank PB, ingresso d’esperienza nel private bresciano

Contributi Ocf, malumore tra gli indipendenti

Aberdeen: alla conquista del mercato asiatico

Consulenti, tre buoni propositi per un portafoglio sano e felice

Assoreti: il 2018 è la vera prova di forza dei cf

Ti può anche interessare

Zegna, una storia italiana

Dall’alta sartorialità maschile di lusso agli accessori di qualità come scarpe, occhiali da sole ...

Black Creek Group nomina Dhanda ceo

Dhanda, che ha trascorso 26 anni in Morgan Stanley, aveva lasciato la società nel 2016 per diventar ...

Standard Chartered perde una big manager

Anna Marrs, responsabile commerciale globale e capo del private banking di Standard Chartered (StanC ...