Banche, nel primo semestre crescono le svalutazioni sui crediti

A
A
A

Lo segnala lo studio R&S di Mediobanca sui maggiori istituti europei. Rilevante l’aumento di Nordea, in calo Lloyds.

di Redazione30 novembre 2012 | 08:56

SVALUTAZIONI IN CRESCITA – Le svalutazioni dei crediti delle principali banche europee sono cresciute nel primo semestre del 2012 di oltre 400 milioni (+1,1%). Lo segnala, secondo quanto riferisce l’agenzia di stampa MF/Dow Jones, lo studio R&S di Mediobanca sulle maggiori banche europee (vai qui per altre informazioni). Il panel è costituito da quattro banche inglesi, quattro francesi, due ciascuno per Germania, Italia, Olanda, Spagna e Svizzera, più un istituto danese e uno svedese.

CREDITI DETERIORATI – Rilevante l’aumento di Nordea (pari al +24,4% per via della revisione dei criteri di computo) e il calo di Lloyds (-12% per la significativa cessione di portafogli di crediti dubbi). Gli accantonamenti a copertura dei crediti dubbi sono saliti dell’1,5% e i crediti dubbi netti hanno subito un incremento dello 0,6%, mentre il tasso di copertura è risultato stazionario rispetto alla fine del 2011 e pari al 50,8%.

IN ITALIA VIGE LA PRUDENZA – In Italia vige una prassi orientata alla prudenza. A UniCredit spetta la più alta massa di crediti dubbi lordi (77,7 miliardi di euro). Anche il trattamento fiscale delle svalutazioni dei crediti è relativamente penalizzante in Italia. Tra il 2009 e il 2012, i tassi di copertura si sono ridotti dal 52% al 50,8% nella media europea e dal 50,1% al 47,7% per i maggiori istituti italiani.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Mediobanca, toto nomi per il private

Scalata a Rcs, multa a Mediobanca dalla Consob

CheBanca!, l’indagine rivela: filiale punto di riferimento per chi investe

Mediobanca Sgr, Franco alla guida

Mediobanca, toto-nomi per private e sgr

Giro di poltrone ai piani alti di Mediobanca

Mediobanca pronta a incorporare Banca Esperia

CheBanca! prepara l’ingaggio di cento cf

Banco Bpm frena, per Mediobanca sofferenze valgono il 5% del nominale

Morgan Stanley: serviranno 10 anni per superare crisi Npl

Reti e gestori, commissioni di performance sotto pressione

Prelios rimbalza, Mediobanca ha concluso le sue attività

Aumento Banco Santander, la lista dei potenziali collocatori si allunga

Mediobanca: “i prodotti delle reti costano un po’ troppo”

Blueindex: siamo in piena stagione delle trimestrali

Piazza Affari positiva, brillano Mediobanca e Clabo

Banca Generali è la preferita da Mediobanca

Blueindex, una seduta in equilibrio quasi perfetto

Piazza Affari, dopo avvio incerto gli indici virano in rosso

Banca Generali, trimestrale col turbo in vista

Patrimonio sotto chiave

LVenture tira il fiato, ma i risultati piacciono a Mediobanca

Piazza Affari apprezza la semestrale di Mediobanca

Mediobanca, la mezza smentita di Nagel sulle dimissioni

Blueindex: Mediobanca sorride, Deutsche Bank soffre

Generali corre in scia a nuovi rumor, bene anche Mediobanca e Unicredit

Blueindex: Mediobanca allunga il passo, frena Intesa Sanpaolo

Piazza Affari guarda oltre le dimissioni di Renzi

Piazza Affari tifa Padoan, ma per le banche le cose si complicano

Azimut, Banca Mediolanum e Mediobanca trattano ex dividendo

Mediobanca, l’Opa parziale sui bond subordinati non scalda gli investitori

Mediobanca si fa la rete

H-Farm cambia Nomad e Specialist, servirà a rilanciare il titolo?

Ti può anche interessare

Arbitro della Consob, più di mille ricorsi in sei mesi

Il bilancio di un semestre di attività dell’Acf, l’organismo di risoluzione extra-giudiziale de ...

Consulenti, con Mifid 2 cambiano i requisiti di adeguatezza

Tra una settimana si chiude la consultazione Esma sulle linee guida su alcuni aspetti in tema di req ...

Albo e Mifid 2: scenari, remunerazione e trend operativi

Torna "Consultique & friends on the road", il roadshow nato per spiegare ai partecipanti come si ...