Rbs, i costi legati a Coutts mandano in rosso il private banking

A
A
A

Il business di private banking di Rbs ha virato in rosso a seguito del progressivo aumento dei costi del contezioso relativo alla divisione Coutts, sospettata di aiuto all’evasione fiscale

di Diana Bin31 luglio 2015 | 08:42

PRIVATE BANKING IN ROSSO – Il business di private banking di Rbs ha virato in rosso a seguito del progressivo aumento dei costi del contezioso relativo alla divisione Coutts, sotto indagine perché sospettata di aver aiutato i clienti a evadere il Fisco. A marzo 2015 il colosso inglese ha ceduto Coutts alla svizzera Union Bancaire Privée (qui la notizia).

-50 MILIONI DI STERLINE – È quanto riporta Citywire UK spiegando che, secondo un documento di Rbs, il business di private banking ha registrato una perdita di 50 milioni di sterline nel secondo trimestre del 2015 contro l’utile di 145 milioni di un anno prima. Gli asset under manageent della divisione sono scesi invece di 1,6 miliardi di sterline in 12 mesi attestandosi a 27,1 miliardi, un calo che il gruppo ha attribuito all’impatto negativo della crisi greca. 

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

CheBanca!, l’indagine rivela: filiale punto di riferimento per chi investe

È quanto emerge dall’ultima edizione del CheBanca! Digital Banking Index, l’osservatorio che mi ...

CartaSi strappa Fattori a UniCredit

La manager ha curato in passato il lancio di Cordusio nel wealth management ...

Cf sotto processo, la Consob lo sospende per un anno

Provvedimento ai danni di un professionista in Puglia. Pochi dettagli sulla vicenda nel bollettino d ...