Promotori Finanziari – Un seminario Anasf per essere più attenti

A
A
A
di Marcella Persola 24 Aprile 2009 | 08:16
Con l’obiettivo di presentare ai colleghi promotori tutti gli aspetti contrattuali che riguardano il rapporto con la mandante, e in particolare gli aspetti della fidelizzazione, il Comitato regionale ANASF della Lombardia ha realizzato un seminario specializzato. Che ha visto l’affluenza di 300 advisor.

Si è tenuto alla presenza di circa 300 promotori finanziari il seminario organizzato dal Comitato Regionale della Lombardia di ANASF dal titolo “La fidelizzazione del promotore finanziario tra impegni contrattuali e libertà d’iniziativa”.

Il seminario tenuto dall’avvocato Luca Frumento, nonché consulente di Anasf ha analizzato il contratto di agenzia del promotore finanziario, la fidelizzazione deterrente, ossia i patti di non concorrenza, distinguendo tra quelli hard e quelli soft e la fidelizzazione incentivante costituita da patti di stabilità.

«Il seminario si è posto l’obiettivo di analizzare le varie componenti del rapporto tra mandante e promotore per offrire un quadro interpretativo pratico sulle questioni che si creano di frequente» racconta Alma Lucia Anna Foti, coordinatore regionale della Lombardia di ANASF. «Lo scopo è rendere più consapevole i promotori dei loro diretti e dei doveri nei confronti della mandante, favorendo la formazione di professionisti più responsabili» continua Foti.

Infatti in questi anni non si può dire che non sia cambiato il quadro, anche contrattuale, nel quale i promotori finanziari si trovano ad operare. «Io credo che siano pochi i promotori finanziari protagonisti di molti passaggi da una rete a un’altra. Ma è bene che essi siano a conoscenza di tutte le dinamiche contrattuali, anche delle clausole di fidelizzazione».

E’ per questo motivo che il seminario ha avuto un’impronta non solo teorica ma anche pratica. Si è infatti analizzato un caso concreto proprio per rendere ancora più esplicito ciò che in genere accade.

E questa non è l’unica iniziativa che il Comitato della Regione Lombardia ha in mente. «Stiamo lavorando per sviluppare una scuola patrocinata per la preparazione al nuovo esame di diventare promotore finanziario» precisa Foti. Questo per favorire il ricambio generazionale da una parte ed evitare nuove ecatombe dall’altra.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Anasf, Alma Foti all’Uni di Parma

NEWSLETTER
Iscriviti
X