Assoreti vuole l’albo dei consulenti

A
A
A
di Redazione 1 Aprile 2010 | 14:30
Il nuovo appello alla nascita immediata dell’albo dei consulenti arriva, questa volta, dal mondo dei promotori finanziari. In particolare da Assoreti che…

 “Chiediamo che venga messo in piedi entro l’anno l’albo dei consulenti finanziari. La legge transitoria di fine 2007 lascia un forte buco normativo

a livello di vigilanza. E’ ora importante regolarizzare la categoria per evitare che sul mercato operino consulenti ‘non autorizzati'”, ovvero che

non erano operativi alla fine del 2007, prima dell’entrata in vigore della citata norma transitoria più volte derogata.

 

Il nuovo appello sulla nascita immediata dell’albo dei consulenti arriva, questa volta, dal mondo dei promotori finanziari. In particolare da

Assoreti, che durante l’assemblea annuale di oggi ha sottolineato che “Dal 2007 ad oggi l’albo dei consulenti finanziari non è ancora nato e l’incognita numerica rimane” ha chiarito il segretario generale Marco Tofanelli “al momento sappiamo che esistono dei professionisti che possono operare come consulenti ma che agiscono senza vigilanza”.

 

“Ma chiediamo che questa azione di vigilanza sulla categoria sia svolta dalla Consob e non dall’Organismo di categoria, come previsto al momento” ha

ulteriormente confermato Antonio Spallanzani, presidente di Assoreti, che ritiene necessario un intervento dell’autorità di vigilanza per tutelare i

clienti dei consulenti finanziari, ma anche la categoria stessa, e in particolare chi oggi opera rispettando le regole imposte dal 2007 ad oggi.  

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti