Banche Venete, a risarcire gli azionisti ci pensa l’arbitro (della Consob)

A
A
A
di Andrea Telara 12 Giugno 2017 | 11:51
Prime sentenze dell’Acf, l’organismo dell’authority guidata da Giuseppe Vegas che ha il compoto di dirimere le controversie sui prodotti finanziari.

Risarcimenti tra il 60 e il 100% del capitale investito. Sono quelli che l’Acf, l’arbitro per le contriversie finanziarie, ha stabilito a favore di alcuni azionisti della Banca Popolare di Vicenza. A raccontarlo è Giuseppe D’Orta, responsabile nazionale per la tutela del risparmio dell’associazione dei consumatori Aduc (si veda qui l’articolo). In particolare, sono 4 i casi presi in esame dall’Acf, di cui tre vengono raccontati da D’Orta (il quarto verrà illustrato in un successivo articolo. Eccoli di seguito.

– Un cliente con 106 azioni messe in vendita ad aprile 2014 ha visto il risarcimento del 100% pari a 6.625,00 euro. Una curiosità: nel calcolare il danno non hanno scalato il valore di 0,10 per azione come invece fatto per gli altri due pronunciamenti.

– Un cliente con 520 azioni messe in vendita ad aprile 2014 ha visto il risarcimento del 75% pari a 24.323,00 euro.

– Un cliente con 1.182 azioni messe in vendita a luglio 2014 a visto il risarcimento del 60%, pari a 44.206,80 euro.

La Popolare di Vicenza ha trenta giorni per pagare. “Vedremo se lo farà”, scrive D’Orta nel suo intervento sul sito dell’Aduc, “perché potrebbe anche non ottemperare al pagamento e ricorrere alla Giustizia ordinaria”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Consulenza e rendiconti Mifid 2, la stroncatura dell’Aduc

Spauracchio investimenti, dopo i diamanti arriva l’allarme francobolli

Diamanti, si ritiri chi può

NEWSLETTER
Iscriviti
X