Non solo consulenza, ora Scm sim va in teatro

A
A
A

Al via un vero e proprio spettacolo con Parenzo e Cruciani. L’idea è ripercorrere in chiave satirica le vicende che negli ultimi anni hanno investito i risparmiatori.

di Diana Bin15 febbraio 2013 | 13:14

Ingressi eccellenti all’interno della rete di promotori finanziari e private banker, un nuovo responsabile commerciale in arrivo e un evento a Milano che porterà i problemi della finanza a teatro. Scm sim non perde tempo e inizia in quinta il 2013, a partire da una riunione operativa l’8 gennaio – il cosiddetto kick off – per fare il punto della situazione e parlare dei numerosi progetti in cantiere. Soldi&bluerating ha contattato l’a.d. Antonello Sanna per farsi raccontare qualcosa in più del roadshow ai blocchi di partenza, di cui lo stesso Sanna aveva accennato in un’intevista a ottobre.

Come nasce l’idea di portare la finanza nei teatri?

L’idea è nata un pomeriggio a Ponza da una conversazione con David Parenzo (giornalista e conduttore radiofonico che collabora con Radio24 alla trasmissione “La zanzara” di Giuseppe Cruciani e con La7 al programma “In onda”, n.d.r.): mi raccontava che aveva fatto happening teatrali in cui parlava di finanza e mercati. Da lì abbiamo pensato di fare una cosa più robusta, che invece di avere una dimensione locale portasse la finanza sulle piazze, tra la gente: Parenzo e Cruciani sono le persone giuste.

Quando si terrà l’evento?

Abbiamo fissato la data provvisoria a Milano per il 18 marzo, dobbiamo ancora confermare in base alla scelta del teatro. Per ora sono in lizza due sedi, comunque i posti saranno tra i 300 e i 700. Inizialmente avevamo pensato di fare lo spettacolo a febbraio, poi è slittato a dopo le elezioni per non essere sommersi dalla campagna elettorale.

Come sarà la serata?
Grande protagonista dell’evento – con la regia di Andrea Soldani – sarà David Parenzo insieme a Giuseppe Cruciani. L’idea è ripercorrere brevemente in chiave satirica le vicende che negli ultimi anni hanno investito i risparmiatori, soprattutto quelli italiani. Con un passaggio obbligato su Mps, un caso che secondo noi è solo la punta dell’iceberg di un sistema che va ripensato. Parenzo e Cruciani intratterranno un dibattito provocatorio con tre economisti esperti (tra cui Giorgio Arfaras, presidente di Scm sim) e un politico, per capire qual è lo stato dell’arte delle cose e come se ne può uscire. Il format sarà di tipo radiofonico, accompagnato da video e filmati. Per esempio Parenzo pensava a un pezzo di Gaber che parla di mercati. Il titolo provvisorio dello spettacolo è “Goodbye capitalism?”.

Come mai l’idea di chiamare anche un politico?
La vicenda Mps mette in evidenza legami robusti tra finanza e politica, per cui ci è sembrata interessante l’idea di avere anche la testimonianza di una figura del mondo politico. Non importa se sarà di destra o di sinistra, l’importante è che sia un nome significativo, qualcuno che faccia eco, per noi è importante prima di tutto l’impatto mediatico.

L’evento si terrà solo a Milano?
No, anzi: se andrà bene pensiamo di portare il format in altre città italiane: Torino, Roma, una città del Nord Est che potrebbe essere Padova oppure Treviso, poi Bologna e Firenze. Se funziona, allora faremo una tappa al mese.

Spettacolo a parte, come s’è chiuso il 2012 per voi?
Abbiamo chiuso l’anno con 320 milioni di asset e circa 200 milioni di raccolta e abbiamo messo le basi per un buon nuovo anno. Tanto che nei primi 40 giorni del 2013 abbiamo già raccolto circa 70 milioni di euro. Intanto stiamo lanciando con Online sim un progetto di consulenza su fondi e sicav, per migliorare i servizi a disposizione dei clienti. Il tutto mantenendo l’approccio basato su una flat fee con qualunque asset class e sulla restituzione di tutte le provvigioni che ci dovessero girare le varie case.

Novità sul fronte del reclutamento?
Ci saranno cinque arrivi eccellenti dal mondo del private banking. Inoltre è in dirittura d’arrivo un nuovo direttore commerciale, che rafforzerà la struttura e avrà il compito di reclutare. Il nostro obiettivo è ampliare la squadra con venti nuovi promotori e private banker nel corso dell’anno.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Scm Sim si rafforza con del Gallo

Scm Sim lancia un fondo Stable Return

Semerano (Scm Sim): “La nostra ricetta per la clientela istituzionale”

Ti può anche interessare

Banco Bpm, ritorno al dividendo (forse)

In un’intervista ad Affari&Finanza, l’a.d. Castagna parla di possibile distribuzione degli u ...

Unipol, semestre solido

Importanti risultati nel bilancio del gruppo ...

Contributi Consob, sospesi i versamenti nei territori terremotati

E’ stata prorogata a fine dicembre 2017 la sospensione dei termini di versamento nelle contribuzio ...