Vigilanza bancaria, così cambia l’assetto dei controlli in Europa

A
A
A

Consob pubblica il quaderno “I nuovi assetti istituzionali della vigilanza europea sul vigilanzamercato finanziario e sul sistema bancario”.

Maria Paulucci di Maria Paulucci5 settembre 2017 | 08:01

Consob ha pubblicato il quaderno giuridico dal titolo “I nuovi assetti istituzionali della vigilanza europea sul vigilanzamercato finanziario e sul sistema bancario”, a cura di Giorgio Gasparri, della divisione studi Consob. “Il lavoro”, spiega la stessa autorità, “muovendo dalla constatazione che, nel contesto dell’Unione europea, si è dato vita a un quadro giuridico progressivamente stratificatosi in molteplici fonti di produzione, affronta innanzitutto gli aspetti principali della recente evoluzione della regolazione finanziaria europea, illustrando dapprima la struttura regolativa ‘quadrilivello’ tracciata dalla procedura ‘Lamfalussy’ e successivamente i tratti fondamentali del design istituzionale che, sulla scorta delle raccomandazioni del Rapporto del Gruppo ‘de Larosière’, ha preso le forme del Sistema europeo di vigilanza finanziaria (Sevif)“.

Vengono inoltre analizzate le novità dell’attuale sistema di rule-making multilivello, usualmente definito “single rulebook”, dedicando alcuni cenni ai problemi aperti e alle possibili linee di tendenza per il futuro, che sembrano muovere verso obiettivi di snellimento e semplificazione del quadro normativo di riferimento. Si prendono, poi, in esame le forme di raccordo tra l’ordinamento italiano e i processi normativi dell’Ue, sia negli aspetti concernenti la partecipazione delle autorità nazionali alla vigilanzaformazione delle politiche e delle decisioni unionali, sia nei profili connessi all’attuazione della normativa europea sul piano interno. Il lavoro si sofferma, quindi, sulla ricostruzione del contesto ordinamentale, europeo e nazionale, conseguente alla realizzazione dell’Unione bancaria europea, con particolare riferimento alla componente della vigilanza unica (Single Supervisory Mechanism – SSM).

“Particolare attenzione viene dedicata ai nodi problematici discendenti dal complesso sistema di interazione tra i differenti livelli di supervisione, ponendo in evidenza le difficoltà di coordinamento che interessano le funzioni demandate alle numerose autorità coinvolte, in vista del consolidamento di un regime di vigilanza finanziaria pienamente armonizzato. Si dà, poi, sinteticamente conto dell’ulteriore tappa del processo di integrazione economica e finanziaria europea, rappresentata dalla creazione di una Capital Markets Union, prefigurando possibili sviluppi del setting istituzionale vigente”.

In conclusione, aggiunge Consob, “vengono dedicate alcune riflessioni alla coerenza sistematica di alcuni settori degli assetti domestici della vigilanza sul mercato finanziario, alla luce dell’evoluzione del contesto istituzionale europeo, fornendo, in particolare, alcune indicazioni potenzialmente in grado di contribuire a una maggiore organicità e sistematicità della disciplina relativa alla prestazione dei servizi di investimento e alla gestione collettiva del risparmio”.

Sfoglia il quaderno giuridico (fonte: Consob).
[pdf-embedder url=”https://www.bluerating.com/wp-content/uploads/sites/2/2017/09/quadernoConsob.pdf”]


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Fineco, sempre calda la raccolta estiva

Banche italiane, Fitch storce il naso

Fineco alla prova dei risparmiatori

Unicredit e Adiconsum sulla strada dell’educazione finanziaria

Poste si unisce al ponte della solidarietà

Le banche popolari fanno ricche le imprese

Presunte strane proposte commerciali, ex Fideuram viene sospeso

Deutsche Bank, tira aria di fusione

La robo advisory che punta alle news

Banche, prestiti col vento in poppa

Citi concilia con la Sec

Unicredit e la fame immobiliare

Generali cambia vestito al gestito

Etruria, Consob annullata

L’inutilità delle fusioni bancarie

Intesa Sanpaolo, il portafoglio nello smartphone

Come ti fidelizzo il private banker

Il trionfo social di Unicredit

Vigilanza, la linea morbida della Bce

IWBank PI, la consulenza tiene duro

Credit Agrigole, un portafoglio Npl destinazione Phoenix

Banche vs clienti, vizi e virtù dell’ABF

Mps torna sul mercato

Asset allocation, bye bye bull market

Mediobanca-Azimut, botta e risposta tra le righe

Banca Euromobiliare, sferzata private

Acquisizioni, Mediobanca ha il colpo in canna

Unicredit, l’utile in calo ma sopra le attese

Banche, sui conti dormienti interviene il Mef

Banca Mediolanum, raccolta quasi dimezzata

Deutsche Bank FA, scatta l’operazione crescita

Diamanti: Mps, il rimborso ritarda…ma arriva

Banco Bpm, il bilancio sorride

Ti può anche interessare

Tutto quello che avreste voluto sapere su come iscriversi al nuovo Albo (ma non avete mai osato chiedere)

5 domande e 5 risposte per fugare ogni dubbio ...

Albo unico, tra 5 mesi si cambia

Tra cinque mesi diventeranno finalmente realtà le tre sezioni e l’attività di vigilanza sugli is ...

Fideuram ISPB ingaggia dieci cf

Le due reti di cf del gruppo guidato dall’a.d. Paolo Molesini hanno accolto nei primi dieci mesi d ...