Banca Mediolanum raccoglie 1,25 milioni per i terremotati

A
A
A
di Andrea Telara 23 Settembre 2016 | 13:18
Il presidente Ennio Doris ha consegnato i primi contributi destinati alle popolazioni colpite dal sisma delle Marche e del Lazio. Continua intanto la raccolta fondi.

I PRIMI AIUTI – Banca Mediolanum, attraverso il presidente Ennio Doris, ha consegnato i primi contributi destinati alle popolazioni colpite dal terremoto delle Marche e del Lazio incontrando di persona 53 tra suoi clienti e collaboratori. Gli aiuti elargiti ammontano a oltre 1.25 milioni di euro. Nei prossimi mesi verrà organizzato un altro incontro per poter aiutare gli altri clienti che, al momento, non hanno ancora segnalato danni. A tal fine, con delibera del consiglio di amministrazione di Banca Mediolanum del 22 settembre 2016, è stato raddoppiato a 2 milioni di euro lo stanziamento a fondo perduto, originariamente previsto a 1 milione di euro.

CONTINUA LA RACCOLTA – Prosegue intanto la raccolta fondi attivata sul conto corrente “Emergenza Terremoto Centro Italia” (IBAN: IT74L0306234210000001801801) intestato a Banca Mediolanum. Tutti possono contribuire con una donazione alla raccolta fondi da destinare agli abitanti delle regioni colpite dal sisma. L’intero importo raccolto sul conto corrente sarà messo a disposizione per un progetto di ricostruzione, ancora puntualmente da identificare unitamente a Caritas Ambrosiana e alle Caritas presenti sul territorio colpito.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Fideuram, una forza senza pari: da sola il 30% della raccolta del settore

Banca Mediolanum, l’ultimo omaggio a Ennio Doris

Consulenti: il decano e il maestro

NEWSLETTER
Iscriviti
X