Le Index Linked non sono polizze, parola di giudice

A
A
A
di Andrea Telara 20 Ottobre 2017 | 11:52
Panorama.it racconta la sentenza del Tribunale della Spezia che ha condannato Poste Vita a risarcire un risparmiatore.

E’ una sentenza che non passa certo inosservata quella emessa dal Tribunale della Spezia, di cui parla oggi Panorama.it, sito web del magazine Panorama. I giudici della cittadina ligure hanno infatti condannato Poste Vita, compagnia assicurativa del gruppo Poste Italiane, a rimborsare a una cliente l’intero capitale (più gli interessi maturati) investito in una polizza denominata “Formula 7”, della categoria Index Linked, prodotti finanziari un tempo molto in voga sul mercato.

La compagnia si era rifiutata di restituire il capitale alla cliente perché, a distanza di molto tempo dalla scadenza, aveva ricordato che i contratti di assicurazione si prescrivono per legge nell’arco di due anni. Il tribunale ha però dato ragione all’assicurata e al suo avvocato Alessandro Potremoli, legale dell’associazione Assoprotect, stabilendo un principio importante: quelle polizze Index Linked non avevano le caratteristiche di un prodotto assicurativo. Non erano, in altre parole, delle vere e proprie polizze ma prodotti finanziari e dunque non sono soggetti al vincolo della prescrizione.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Index o Unit Linked, il capitale deve essere restituito

Index e unit salvate dall’Europa

Polizze index e unit linked, per la Cassazione sono prodotti d’investimento

NEWSLETTER
Iscriviti
X