Reti, a ottobre riparte la raccolta

A
A
A

Nel mese scorso consulenti finanziari abilitati all’offerta fuori sede hanno registrato flussi netti positivi per 3,2 miliardi di euro

Andrea Telara di Andrea Telara28 novembre 2017 | 11:13

A ottobre, le reti di consulenti finanziari abilitati all’offerta fuori sede hanno registrato un raccolta netta positiva di 3,2 miliardi di euro, valore più che raddoppiato rispetto ai risultati del mese precedente (1,4 miliardi). Gli investimenti netti sui prodotti del risparmio gestito ammontano a 2,8 miliardi di euro (+140% rispetto a settembre), rappresentando l’87% della raccolta totale, mentre il saldo delle movimentazioni sui prodotti amministrati è positivo per 401 milioni di euro (+37% rispetto a settembre).

La crescita del risparmio gestito coinvolge tutte le macro tipologie di prodotti. La raccolta netta realizzata attraverso la distribuzione diretta di quote di Oicr raggiunge livelli più che triplicati rispetto al mese precedente, per un ammontare di 1,8 miliardi di euro (+249%). Aumentano, in particolare, gli investimenti destinati alle gestioni collettive aperte di diritto estero, con risorse nette complessive pari a 1,6 miliardi di euro (+268%), così come cresce il bilancio dei fondi di diritto italiano, con una raccolta netta più che raddoppiata e pari a 237 milioni di euro. Il trend di crescita si ritrova anche nel comparto assicurativo/previdenziale seppure con dinamiche più contenute: i versamenti netti complessivi ammontano a 810 milioni di euro, con un incremento congiunturale del 32%, e si concentrano sulle polizze a maggiore contenuto finanziario (624 milioni di euro). Positivo ed in aumento il bilancio mensile delle gestioni patrimoniali individuali; gli investimenti netti realizzati sulle Gestioni Patrimoniali in Fondi (155 milioni di euro) compensano i deflussi di risorse dalle Gestioni Patrimoniali Mobiliari (-16 milioni di euro).

Il contributo mensile delle reti al sistema di Oicr aperti, attraverso la distribuzione diretta e indiretta di quote, si attesta, pertanto, su un ammontare di 2,6 miliardi di euro, pari al 39% delle risorse nette totali confluite nel sistema fondi (6,7 miliardi di euro). Da inizio anno l’apporto delle reti sale, così, a 25,9 miliardi di euro, rappresentando il 40% degli investimenti netti complessivi realizzati sulle gestioni collettive aperte (64,5 miliardi di euro).
La raccolta netta realizzata sui titoli in regime amministrato è negativa per 324 milioni di euro. I dati evidenziano la prevalenza degli ordinativi di acquisto sulle azioni, sugli exchange traded products e sugli strumenti del mercato monetario, mentre le vendite coinvolgono i titoli di debito ed i certificates. Il saldo della liquidità è positivo per 725 milioni di euro.

A fine mese i clienti primi intestatari dei contratti salgono a 4,016 milioni. Il numero di consulenti finanziari abilitati all’offerta furi sede con mandato dalle società rientranti nell’indagine dell’Assoreti, è pari a 22.448 unità (24.987 unità per l’intera compagine – dato stimato); di queste, 22.141 unità risultano effettivamente operative (con portafoglio maggiore di zero).


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Reti, un anno a gonfie vele

Reclutamento consulenti, testa a testa Credem-CheBanca!

Assoreti, a novembre raccolta solida anche se in frenata

Consulenti, il 2019 è l’anno della ripresa

Consulenti, scorpacciata di clienti per le reti

Consulenti, è boom di certificates

Assoreti, scatto bruciante della raccolta a ottobre

Convegno annuale Assoreti, la cronaca completa di Bluerating

Verso la consulenza “sociale”, parla Molesini (Assoreti)

Assoreti, raccolta positiva ma in frenata

Raccolta, fuga d’estate per Fideuram Ispb

Assoreti, a luglio raccolta e gestito sorridono ancora

Reti, patrimonio record: Ispb regina, Mediolanum padrona del gestito

Raccolta, il gruppo Fideuram Ispb è cannibale

Assoreti, raccolta da sballo a giugno

Raccolta: maggio sprint per ISPB. Mossa re del gestito

Assoreti: a maggio tanta liquidità e poco gestito

Anasf-Assoreti, accordi e disaccordi

Raccolta, Mossa siede sul trono di aprile

Assoreti: ad aprile la raccolta ringrazia gli assicurativi

Reti, patrimonio in crescita 

Reti: a marzo Fineco batte Fideuram al fotofinish

Contributi Consob, ora i consulenti vogliono un taglio

Reti, più clienti e un po’ di consulenti in meno

Reti, a Foti il trono della raccolta di febbraio

Consulenti, rinvio in vista per i rendiconti Mifid 2

Assoreti: il 2018 è la vera prova di forza dei cf

Assoreti, a novembre riparte la raccolta

Assoreti, l’amministrato spinge la raccolta a ottobre

Assoreti, cresce il patrimonio a settembre

Allarme reti, gestito in rosso dopo due anni e mezzo

Reti, il gestito torna a sorridere

Tra Anasf e Assoreti serve più dialogo

Ti può anche interessare

Deutsche Bank, nuovo bilancio in rosso: persi oltre 5 miliardi di euro nel 2019

I numeri di bilancio non sorridono a Deutsche Bank . La banca tedesca ha infatti chiuso il 2019 con ...

Enasarco, le dritte in vista delle elezioni

Ecco una serie di indicazioni pratiche in vista delle prossime votazioni per l’elezione dei compon ...

Consulenti furbetti? Anasf vince e la pubblicità si cambia

Qualche tempo fa vi avevamo riportato dello “scandalo” che aveva generato l’ultima ...