Mercati in crisi? I consigli di Vontobel sui certificati

A
A
A
di Redazione 15 Ottobre 2008 | 10:15
Continua l’inchiesta di Bluerating.com sull’universo dei certificati in relazione a questo periodo di forte crisi. Questa volta abbiamo intervistato Vontobel Italia. E’ emerso che, per gli investitori avversi al rischio, una buona scelta potrebbe ricadere sugli Index Certificates, e sul fronte delle performance hanno avuto difficoltà i Twin Win, mentre hanno retto i Managed Risk. E per i prossimi mesi è meglio guardare agli incidi tematici.

Bluerating.com: Dato il periodo generalizzato di crisi dei mercati finanziari, tra le tante tipologie di certificati come Twin Win, Bonus, Equity Protection, Outperformance, quali consiglierebbe a un risparmiatore in questo momento?
Vontobel Italia:
La tipologia di prodotto dipende molto dalla propensione al rischio dell’investitore. A parte i classici certificates a capitale protetto per gli investitori meno avversi al rischio, potrebbe avere senso investire su Index Certificates, che replicano alla pari un indice sottostante. Questi prodotti danno la possibilità di diversificare il portafoglio e soprattutto in questa fase di minimi storici del mercato, potrebbero offrire interessanti opportunità. Così come tra i vari indici sottostanti ci sono anche quelli su singoli segmenti di mercato all’interno dei quali in genere vengono selezionati dei titoli sottostanti secondo indicatori patrimoniali delle aziende. Inoltre, può anche essere che un investitore preferisca evitare il mercato azionario, essendo esso molto volatile, e in tal caso potrebbe anche prendere in considerazione di investire su Certificates che replicano il mercato monetario o che offrono pagamenti cedolari che dipendono in minima parte dall’azionario.

Bluerating.com: Nell’ultimo periodo quali certificati hanno registrato performance positive?
Vontobel Italia:
Nell’ultimo periodo il mondo dei Certificates purtroppo è stato caratterizzato da molti eventi barriera. Questo significa che molti prodotti, come ad esempio i Twin Win, hanno perso le loro tipiche caratteristiche e si sono trasformati in semplici Benchmark Certificates che replicano il sottostante. Quelli che invece sono riusciti a mantenere intatto il capitale sono i capital protection. Anche alcuni Certificates con sottostante dinamico, come per esempio i Managed Risk Certificates sono riusciti a contenere le perdite in confronto al sottostante di riferimento. 

Bluerating.com: In caso di default di una delle azioni italiane sottostanti al certificato. In quali rischi possono incorrere i risparmiatori?
Vontobel Italia:
I rischi dipendono da come siano strutturati il prodotto o il sottostante. Se dovesse fallire un’azione che si trova all’interno di un indice o di un basket questa verrà sostituita. Se il prodotto dovesse avere garanzia del capitale, è l’emittente a garantire la restituzione del capitale, quindi il sottostante non dovrebbe essere ritenuto un problema. Nel caso in cui invece si abbia in portafoglio un prodotto a capitale condizionatamente protetto o un Benchmark Certificate su singola azione per l’investitore il rischio sarà maggiore. Infatti nei prodotti a capitale condizionatamente protetto, una volta toccata la barriera, elemento fondamentale di questi prodotti, l’investitore parteciperà interamente all’andamento del sottostante, senza protezione. Se il sottostante dovesse arrivare a valere zero, anche il Certificate varrà zero.

Bluerating.com: Molti certificati puntano sui principali titoli finanziari italiani come UniCredit, Generali, Fiat, Intesa Sanpaolo che però hanno subito pesanti ribassi nelle ultimi settimane, ma anche titoli come Eni e Enel, che, invece, hanno retto alla crisi. Nei prossimi mesi su quali sottostanti le società emittenti punteranno?
Vontobel Italia:
Su un mercato con elevata volatilità probabilmente gli emittenti si concentreranno sui sottostanti più liquidi evitando invece quelli che stanno soffrendo di più della crisi, come small cap, emerging markets e commodities. Per il futuro, piuttosto che prodotti su singole azioni noi consiglieremo di diversificare e, quindi, di puntare su indici o Basket. La diversificazione è un punto di forza dei Certificates, infatti molti sottostanti sono composti da indici di mercato, ma anche da indici proprietari, che spesso permettono di investire su un singolo tema.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Certificati, da UniCredit 15 nuovi Cash Collect Worst Of

A ITForum Etn tematici e certificati Recovery Bonus sotto la lente

Road to ITForum: con Vontobel i certificati non avranno più segreti

NEWSLETTER
Iscriviti
X