A Janus il comparto tecnolgico di Skandia Investment Group

A
A
A

Con un accordo da 125 milioni di dollari, Janus Capital gestirà il fondo di titoli tecnolgici di Skandia Investment Group.

di Redazione22 luglio 2010 | 09:15

Janus Capital International Limited ha annunciato l’accordo con Skandia Investment Group che prevede un mandato da 125 milioni di dollari per la gestione di Skandia Technology Fund. Janus subentra dunque a Wellington Capital Management, responsabile della gestione specializzata del fondo Skandia Technology Fund dall’aprile 2006.

Janus Capital Group gestisce un patrimonio di 165 miliardi di dollari, di cui 20 miliardi in titoli del settore tecnologico. Il team, guidato dal gestore di portafoglio Barney Wilson, nella selezione di un’ampia gamma di titoli globali legati al comparto della tecnologia adotta un processo basato sull’analisi fondamentale di tipo bottom-up. “Skandia è riconosciuta per la ricerca approfondita nella scelta dei fund manager ai quali affidare i propri fondi”, sottolinea Michael Jones, responsabile della Divisione Istituti Finanziari Europei di Janus Capital. “Siamo quindi orgogliosi di essere stati scelti per gestire Skandia Technology Fund”.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Etica, un comparto per ripensare il clima

L’armata dei fondi anti spread

Fondi, top e flop del 03/10/18

Fondi, se il gestore non serve a nulla

Fondi, top e flop del 28/09/18

BlackRock, il fondo a misura di prudenza

Fondi, top e flop del 25/09/18

Fondi, top e flop del 21/09/18

Fondi, top e flop del 19/09/18

Haxe guida per l’Europa di Investec AM

Doppietta di nomine per Jupiter AM

Una semestrale Mirabaudlante

Neuberger Bergman, arriva il fondo Clo Income

Pictet: biotecnologie, che forza!

Lombard Odier, una nomina per la svolta digitale

Investimento passivo, una falsa sicurezza

Investimento passivo, una falsa sicurezza

Enasarco, arriva l’interrogazione parlamentare

Trimestre a tutta raccolta per T. Rowe Price

Candriam, sostenibili per vocazione

Dws, cambia la guida nel Sud Europa

Vontobel AM rafforza la squadra obbligazionaria

Fondi, fuga dagli emergenti

Capitali, come portarli all’estero (legalmente)

L’industria dei fondi vale una montagna di soldi

Fondi passivi sostenibili, la strada è ancora lunga

Rompere gli schemi dell’asset allocation

Fondi, se resta solo la commissione di performance (o quasi)

Strategie multi asset per mantenere la rotta

Syz AM, un miliardo di motivi per sorridere

Fondi, la commissione di gestione è sotto pressione

Fidelity, you pay…less

Multi asset, una passione in evoluzione

Ti può anche interessare

TCW svela i piani sull’Italia

Parla Gian Luca Giurlani, managing director e responsabile della piattaforma Ucits in Europa e dello ...

Fondi, fuga dagli emergenti

L’inserto FTfm del Financial Times dedica un ampio servizio ai deflussi registrati dai prodotti de ...

Montrucchio (Schroders): “Perché i cf hanno bisogno dei portafogli multi-asset”

A Londra Blureating.com ha intervistato il gestore italiano che cura le strategie di diversi fondi ...