Pioneer Investments, semestre record con 10,7 miliardi di raccolta

A
A
A
di Diana Bin 31 Luglio 2015 | 08:52
Nel solo secondo trimestre dell’anno, la raccolta netta globale è stata pari invece a 3,6 miliardi di euro, mentre il patrimonio gestito al 30 giugno 2015 era pari a 221 miliardi di euro.

RACCOLTA RECORD – Pioneer Investments ha chiuso il primo semestre del 2015 con una raccolta netta globale record di 10,7 miliardi di euro. Il dato, più che raddoppiato rispetto all’anno precedente, è stato sostenuto da buoni contributi da tutti i canali distributivi e da tutte le regioni, soprattutto Germania, Italia, Iberia e America Latina, ha evidenziato la società del gruppo UniCredit. Nel solo secondo trimestre dell’anno, la raccolta netta globale è stata pari invece a 3,6 miliardi di euro, mentre il patrimonio gestito al 30 giugno 2015 era pari a 221 miliardi di euro, con un incremento del 19% anno su anno.

IL COMMENTO DI LOMBARDO –
“Siamo molto soddisfatti di essere ancora una volta tra i top player dell’industria in termini raccolta. Questo risultato riflette la fiducia che i nostri clienti continuano a riporre nella nostra attività di gestione”, ha commentato Giordano Lombardo (nella foto), ceo e group cio di Pioneer Investments. “Stiamo assistendo ad un significativo incremento dei flussi verso le nostre strategie liquid alternative e outcome oriented. Da inizio anno siamo al terzo posto per raccolta nei prodotti multi-asset a livello mondiale”. Quanto all’outlook per i prossimi mesi, Lombardo si è detto “cautamente ottimista circa lo scenario macroeconomico che caratterizzerà i prossimi mesi dell’anno”, pur aspettandosi “un aumento di volatilità originata principalmente da fattori geopolitici. La nostra priorità rimane quella di rilasciare performance di qualità e servizi ad elevato valore per i nostri clienti”, ha aggiunto.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti